Covid-19. Pieri (Cisl E-R): “Troppi lavoratori aspettano la cassa integrazione”

0
213

(Sesto Potere) – Bologna – 14 maggio 2020 – “Bisogna fare presto, sono ancora tanti i lavoratori che aspettano la cassa integrazione“. E’ quanto ha affermato questo pomeriggio Filippo Pieri nel corso di un’intervista su Radio Nettuno.

 Filippo Pieri 

“Se è vero – ha continuato il segretario generale della Cisl Emilia-Romagna – che una parte di loro ha percepito l’anticipo da parte del datore di lavoro, che un’altra parte  di lavoratori (come ad esempio quelli dell’artigianato) ha ricevuto tutta la cassa attraverso il fondo di settore, è altrettanto vero che sono ancora troppi quelli che pagano i ritardi dell’Inps“.

Nel lungo botta e risposta con la giornalista Francesca Bolognini, il massimo dirigente della Cisl in regione ha fatto il punto sulla fase 2, sull’efficacia dei protocolli sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, sulle richieste fatte dal sindacato riguardo all’imminente uscita del decreto di maggio e ha ammonito la politica sulle decisione che dovranno essere prese con l’approssimarsi dell’attesa fase 3.

“Siamo perfettamente di essere ancora in una fase di emergenza che va gestita bene, correttamente e con le dovute precauzioni e attenzioni, però bisogna pensare anche al futuro, al rilancio dell’economia e ad affrontare i problemi sociali che questa pandemia ha causato. Per questo servono ingenti investimenti, specie in infrastrutture, sanità, settore pubblico e scuola“, ha sottolineato Pieri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here