(Sesto Potere) – Bologna – 23 ottobre 2022 – Il gruppo Ryanair – in Emilia-Romagna voli  low cost da Bologna, Parma, Forlì e Rimini – giovedì 20 ottobre ha invitato il Governo Italiano e la Commissione Europea ad intervenire tempestivamente per evitare che i piani di viaggio del fine settimana di migliaia di Italiani/turisti vengano ostacolati dallo sciopero nazionale dei controllori di volo italiani previsto dalla mezzanotte di giovedì, 20 ottobre, e fino a venerdì 21 ottobre.

volo Ryanair

Ryanair comunica che “si rammarica di essere stata costretta a cancellare oltre 600 voli (con conseguenti ripercussioni su oltre 100.000 passeggeri) a causa di questo sciopero dei controllori di volo italiani, che non farà altro che sconvolgere i piani di viaggio del fine settimana di migliaia di Italiani e turisti.”

Tutti i clienti Ryanair interessati sono stati avvisati e informati delle alternative disponibili e Ryanair si è scusata “sinceramente con i suoi clienti per   i disagi che questo sciopero dei controllori di volo italiani causerà loro”.

“Gli scioperi dei controllori di volo e la carenza di personale sono stati la principale causa di disservizi per i viaggi in tutta Europa quest’estate ed è tempo che la Commissione Europea intervenga per proteggere i passeggeri europei dall’essere ripetutamente tenuti in ostaggio da un esiguo gruppo di controllori di volo italiani che scioperando  fa crollare l’intera rete di viaggi europei”: commenta la compagnia di volo.

Il Direttore delle Operazioni di Ryanair, Neal McMahon, ha dichiarato: “È inaccettabile che un esiguo numero controllori di volo italiani in sciopero causi ancora una volta il caos per migliaia di cittadini e visitatori che viaggiano da/per l’Italia oggi (giovedì 20 ottobre) e domani (venerdì 21 ottobre). È giunto il momento che l’UE intervenga e protegga i passeggeri europei, affinché non vengano ripetutamente tenuti in ostaggio dagli scioperi dei controllori di volo”.