Coronavirus, Ugl metalmeccanici dell’Emilia-Romagna proclama lo sciopero

0
137

(Sesto Potere) – Bologna – 13 marzo 2020 – La segreteria Ugl metalmeccanici dell’Emilia-Romagna non condivide la scelta del governo di chiudere tutti i negozi e gli esercizi commerciali del nostro Paese, ma di lasciare aperte le fabbriche e le attività produttive , consentendo turni di lavoro – proprio mentre abbiamo chiesto a tutte le aziende la fornitura degli ausili di protezione sanitaria individuale contro il Coronavirus – e generando così forti ripercussioni nel personale che si sente discriminato rispetto ad altre categorie.

spera e stavale

Con questa premessa, l’ Ugl metalmeccanici dell’Emilia-Romagna proclama uno sciopero di 8 ore contro il governo Conte per tutti i turni di lavoro nella giornata di lunedì 16 marzo.

“Gli operai non sono carne da macello. Si chiede loro di tornare in fabbrica prima ancora di sanificare, mettere in sicurezza e riorganizzare tutti i reparti ed ogni luoghi di lavoro. E rimproveriamo al presidente del consiglio Conte di non aver inserito nel nuovo Dpcm quelle misure e le iniziative minime per proteggere il lavoro degli operai a tutelare la loro salute e quella dei loro familiari e dei cittadini in generale”: spiega Francesco Stavale, segretario regionale del sindacato Ugl metalmeccanici dell’Emilia-Romagna, nella foto con il segretario nazionale della categoria Antonio Spera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here