Coronavirus, Ugl Forlì al sindaco: “Assembramenti nelle aree gioco al Parco Urbano. Nessun controllo”

0
193
lo giudice

(Sesto Potere) – Forlì – 9 marzo 2020 – “Ma il sindaco Zattini è tenuto a far rispettare i contenuti del decreto della presidenza del consiglio dei ministri dell’ 8 marzo 2020 nel merito delle misure di contenimento e contrasto alla diffusione del Coronavirus o tutto è lasciato alla buona volontà dei cittadini e di chi gestisce attività pubbliche? Ce lo chiediamo e sottoponiamo il caso – segnalatoci da una mamma che si è rivolta a noi – di ieri pomeriggio al Parco Urbano di Forlì gremito di gente e con le aeree gioco bimbi , il bar chiosco e la bancarella dello zucchero filato, affollate da genitori e figli , ragazzi al campetto,   dove non si rispettava assolutamente la prescrizione della distanza di un metro tra le persone”:

area gioco al parco pubblico ph archivio

a porre la questione è lo Sportello Consumatori del sindacato Ugl di Forlì.

“In alcuni casi – continua l’Ugl – ci si trovava in presenza di veri e propri assembramenti. Contravvenendo, dunque, alle regole che riguardano attività sportive e ludiche all’aperto ammesse esclusivamente a condizione che sia rispettata la distanza di sicurezza”.

La questione va chiarita subito: afferma il sindacato.

lo giudice

“A nostro parere , visto anche l’impianto sanzionatorio in caso di contravvenzione dei decreti emanati dal governo per contrastare la diffusione del Coronavirus Covid-19, che deve far presumere la costituzione di attività di controllo, lo stesso sindaco Zattini dovrebbe assicurarsi che le attività di qualunque natura svolte in luoghi pubblici (dunque anche i parchi con aree gioco e palestre all’aperto) siano organizzate secondo l’ accesso in modo contingentato per evitare assembramenti di persone e facendo sempre rispettare la distanza di almeno un metro tra i visitatori e gli utenti”: precisa il sindacato Ugl.

“Il sindaco Zattini , appena ieri, ha invitato la cittadinanza con un comunicato e un post nella sua pagina Facebook a seguire scrupolosamente le misure suddette e a mantenere un atteggiamento di collaborazione nell’interesse di tutti, al fine di scongiurare ulteriori più restrittivi provvedimenti. E noi aggiungiamo che la stessa amministrazione comunale debba essere tassativamente tenuta a far rispettare queste prescrizioni che, dopo la pubblicazione del decreto in Gazzetta, sono legge a tutti gli effetti. Chiediamo, dunque , alla giunta comunale , oltre all’ impegno e l’ attenzione che ha promesso di dedicare a questa emergenza, anche un atteggiamento responsabile , serio, avviando quell’attività di controllo a questo punto improcrastinabile e caldeggiata dai nostri iscritti e dai cittadini che si sono rivolti allo Sportello Consumatori”: conclude il segretario dell’Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna, Filippo Lo Giudice.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here