Coronavirus, supervertice in Municipio a Forlì con parti sociali, sindacali, datoriali e di categoria

0
101

(Sesto Potere) – Forlì – 28 febbraio 2020 – S’è svolta oggi nel primo pomeriggio in Municipio a Forlì , con gli assessori Paola Casara , Andrea Cintorino e Rosaria Tassinari, alla presenza delle parti sociali , sindacali , datoriali e di categoria, un’importante riunione per fare il punto della situazione in atto del Coronavirus e verificare l’efficacia dell’applicazione delle apposite direttive e dei decreti del Ministero della Salute e della Regione Emilia-Romagna.

Erano presenti anche il consigliere regionale Massimiliano Pompignoli ed il deputato della Lega Jacopo Morrone.
Per il sindacato Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna una delegazione guidata dal segretario Filippo Lo Giudice.

Sono state raccolte le proposte che verranno veicolate al tavolo regionale appositamente costituito.

Il messaggio unitario è di grande volontà comune a ripartire. Anche attraverso la richiesta di adozione di misure speciali e immediate sul versante fiscale e contributivo a livello locale, oltre che nazionale e regionale, per attutire i danni che si stanno registrando.

in primo piano delegazione Ugl e sullo sfondo Zambianchi

La situazione per molte imprese , soprattutto medie e piccole, del settore turistico e alberghiero è particolarmente difficile per gli effetti generati dalla psicosi: calo dei consumi, delle vendite, dei viaggi e delle relazioni sociali. Come ha confermato il presidente dell’ Unione Regionale delle Camere di commercio dell’Emilia-Romagna, Alberto Zambianchi.

Ci sono danni diretti e indiretti.

La riunione di oggi a Forlì segue quella del 24 febbraio scorso in Regione e precede quella convocata oggi pomeriggio dal governatore Stefano Bonaccini con i sindaci e gli assessori dei Comuni dell’Emilia-Romagna. Per Forlì parteciperanno il sindaco Zattini e gli assessori comunali Cintorino e Mezzacapo.

Il segretario dell’Ugl di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna , Filippo Lo Giudice, con un comunicato, auspica la definizione di misure a tutela dell’occupazione messa a rischio dall’emergenza Coronavirus e si dice preoccupato per le conseguenze negative   sulla nostra economia in diversi settori, dall’alberghiero alla ristorazione. Per non parlare degli effetti sul turismo e dei grandi eventi culturali e museali, anche in vista della stagione estiva.

Il messaggio dell’Ugl a Regione e governo è chiaro: “E’ necessario agire subito per salvaguardare l’occupazione, con misure straordinarie – inclusa la cassa in deroga per i dipendenti delle piccole imprese – che vadano a tutelare tutte le categorie non solo quelle già interessate dalle ordinanze restrittive, nella cosiddetta ‘zona rossa’, ma anche quelle che riguardano i nuovi focolai in altri territori del Nord, inclusa l’Emilia-Romagna”.

L’Ugl – continua il comunicato stampa – ritiene altresì necessario dare ‘ossigeno’ alle imprese con interventi di sospensione a tempo, almeno per tre mesi, di contributi previdenziali, tassazioni, mutui e finanziamenti.

L’assessore Paola Casara ho garantito la riconvocazione del Tavolo unitario, annunciati anche sconti sulle rette dei nidi d’infanzia (del 15%) e delle scuole dell’infanzia (del 10%) a cui si aggiunge anche il bonus regionale del 35%.

Al termine della riunione di oggi è stato elaborato un documento unitario da parte di tutti i presenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here