Coronavirus, riduzione rette per le famiglie, Marchi (Iv): “Bene Casara se accoglie nostra proposta”

0
71

(Sesto Potere) – Forlì – 4 marzo 2020 – “E’ positivo che l’assessore Casara si stia già attivando per applicare una drastica riduzione delle rette pagate dai genitori per i bimbi che frequentano nidi e scuole d’infanzia”. Lo dichiara il consigliere comunale di Italia Viva a Forlì, Massimo Marchi, a seguito dall’annuncio dato dall’assessore Paola Casara che recepisce la proposta avanzata dall’on. Marco Di Maio per tutti i comuni del territorio romagnolo di dimezzare le rette per asili e scuole d’infanzia a seguito dei disagi provocati dalle misure di contenimento del Coronavirus.

marchi

“La nostra proposta è rivolta a tutti i comuni del territorio e va oltre quanto già previsto dal regolamento del Comune di Forlì, che prevede una riduzione della retta a seguito dell’interruzione per almeno 5 giorni del servizio. Noi chiediamo un dimezzamento della retta del mese di marzo, calcolandolo su quanto effettivamente pagato dai genitori al netto delle riduzioni previste da incentivi e contributi regionali e nazionali”: aggiunge Massimo Marchi.

“Lo riteniamo necessario per dare una mano alle famiglie, che stanno contribuendo rivedendo la propria organizzazione nella gestione di questa crisi. Siamo all’opposizione della giunta Zattini, ma ciò non ci impedisce di assicurare il nostro sostegno a misure di buonsenso come questa, tanto più se accolgono istanze che per primi abbiamo avanzato. Prima di tutto vengono la città e i forlivesi e ci fa piacere collaborare su temi specifici, soprattutto con assessori come Paola Casara che, a differenza di altri, si pongono in maniera collaborativa anche nei confronti dell’opposizione”: conclude il consigliere comunale di Italia Viva a Forlì .

Marco di Maio

In giornata il deputato romagnolo Marco Di Maio, capogruppo in Commissione Affari costituzionali alla Camera, che sta seguendo da Roma in stretto contatto con il territorio l’evolvere dell’emergenza generata dal Coronavirus, aveva dichiarato che sarebbe stato opportuno che in tutte le scuole del territorio si prendesse in considerazione il dimezzamento della retta mensile di marzo per le famiglie che hanno figli alla scuola dell’infanzia o negli asili nido comunali.

“Uno  sforzo necessario per mandare un segnale di attenzione – aveva aggiunto il parlamentare di Italia Viva -. Serve anche che la Regione e il Governo mettano in campo misure straordinarie di compensazione alle famiglie e di supporto ai Comuni che dovessero prendere decisioni come queste. A tal proposito, a livello nazionale abbiamo avanzato alcune proposte al Governo, tra cui l’ipotesi di estendere l’importo del “bonus asili” e di introdurre da subito l’assegno unico per le famiglie”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here