Coronavirus, ordinanza Bonaccini: chiudere anche kebab e pizzerie al taglio

0
302

(Sesto Potere) – Bologna – 10 marzo 2020 – “Per dare maggiore coerenza e completezza ai provvedimenti assunti dal Governo, considero necessario sospendere dalle ore 18 alle ore 6 non solo bar e ristoranti, ma anche pizzerie al taglio, piadinerie, tigellerie, kebab, gelaterie, ecc. Considero anche necessario che queste attività, insieme a bar e ristoranti, siano sospese nei week end, onde evitare le scene di assembramento cui abbiamo assistito il fine settimana scorso. Sarà sempre possibile la consegna a domicilio di queste bevande e alimenti, ma non l’asporto”:

l’affermazione è del governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

“Ritengo necessario anche chiudere i mercati tutti i giorni della settimana e non solo nei week end, con l’esclusione dei banchi alimentari laddove assicurino la distanza minima tra le persone. Si tratta di restrizioni coerenti con quelle già in vigore e che fanno maggior chiarezza per operatori, cittadini e comuni” aggiunge il presidente dell’Emilia-Romagna .

Per queste ragioni Stefano Bonaccini sta per assumere un’ordinanza in tal senso, a valere già dalla mattina di domani.

Ieri Bonaccini aveva firmato un’apposita ordinanza – entrata in vigore oggi – che estendeva a tutto il territorio dell’Emilia-Romagna l’apertura di attività di ristorazione e bar dalle ore 6 alle 18 , anche nelle province di Bologna, Ferrara, Ravenna e Forlì-Cesena, dopo che il Decreto governativo dell’altro ieri aveva già introdotto la misura restrittiva anti-coronavirus nelle altre cinque province della regione: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Rimini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here