Coronavirus, 2 vittime e 52 persone infette in Italia, è record Ue

0
130

(Sesto Potere) – Roma/Milano -22 febbraio 2020 – Il Presidente dell Consiglio, Giuseppe Conte, presiederà oggi la riunione del Comitato operativo sul Coronavirus al Dipartimento della Protezione Civile. Al vertice partecipano il Capo del Dipartimento della Protezione Civile e Commissario straordinario, Angelo Borrelli, il Ministro della Salute, Roberto Speranza, il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, e il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli.

“Dopo la riunione di ieri sera, in collegamento con i governatori di Lombardia e Veneto Attilio Fontana e Luca Zaia, fra poco sarò nuovamente al Comitato operativo della Protezione civile per un aggiornamento sull’emergenza Coronavirus e per valutare nuove misure straordinarie. Il mio pensiero e il cordoglio di tutto il Governo ora vanno alle due vittime e alle loro famiglie. Siamo al lavoro senza sosta per reagire con la massima compattezza a questa emergenza. Seguiranno aggiornamenti al termine della riunione di questa mattina.”: spiega sulla sua pagina Facebook il premier Conte.

Sempre in giornata s’è svolta una conferenza stampa in Regione Lombardia per fare il punto sui casi di Coronavirus. Il presidente della Regione Attilio Fontana ha spiegato che il numero di contagiati da Coronavirus è salito a 39 in Lombardia. In Veneto sono 11. Ma nella conta si devono aggiungere anche la cinese a Roma e un altro caso, il primo, accertato nel pomeriggio a Torino: si tratta di un 40enne che avrebbe avuto contatti con alcune delle persone contagiate in Lombardia. Dunque, il totale di persone contagiate adesso è 52. L’Italia – spiegano dal del Consiglio Esecutivo dell’Organizzazione mondiale della Sanità – è il paese europeo con il maggior numero di persone infette da Coronavirus Sars-Cov-2.

Purtroppo, c’è un secondo decesso in Italia, la vittima è una donna di 75 anni , residente a Casalpusterlengo, nel Lodigiano, colpita da polmonite ,  era passata al pronto soccorso di Codogno ,  lo stesso in cui era stato il 38enne di Codogno indicato come “paziente 1”.

 L’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha detto che: s’ha “la conferma che l’area del basso lodigiano è centro di un focolaio” e che “tutte le situazioni di positività hanno o hanno avuto contatti nei giorni 18 e 19 con il pronto soccorso e l’ospedale di Codogno”.

Intanto,  Trenord spiega che da sabato 22 febbraio, a causa dei casi accertati di Coronavirus, i treni non effettueranno alcune fermate nelle stazioni di Codogno, Maleo e Casalpusterlengo. In particolare: i treni della linea Milano-Piacenza non effettuano fermata a Codogno e Casalpusterlengo; i treni della Mantova-Cremona-Milano non fermeranno a Codogno. Il servizio è sospeso totalmente sulle linee Pavia-Codogno e Cremona-Codogno. A seguito dell’ordinanza inoltre sarà sospesa l’attività di biglietteria presso le stazioni di Codogno e Casalpusterlengo. Il provvedimento sarà in vigore fino a nuova comunicazione da parte dell’autorità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here