Coronavirus, Conte vara decreto “Tutti a Casa”

(Sesto Potere) – Roma – 9 marzo 2020 – Il Presidente del consiglio Conte ha rilasciato dichiarazioni alla stampa riguardanti nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale.  .

Si tratta di un decreto della presidenza del consiglio dei ministri che sarà firmato questa sera ed entrerà in vigore domani mattina.

Il provvedimento estende le misure di cui all’art. 1 del Dpcm dell’ 8 marzo 2020 a tutto il territorio nazionale e vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Gli impianti sportivi sono utilizzabili, a porte chiuse, soltanto per le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (Coni) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali.

Il testo, in generale , dispone l’estensione a tutto il Paese dei limiti entrati in vigore in alcune regioni e province del Nord Italia.

Sto per firmare un provvedimento che possiamo sintetizzare con l’espressione “io resto a casa” – ha detto Conte – , da domani tutta l’Italia diventerà “zona protetta” e soggetti alle prescrizioni su scuola, vita, lavoro e relazioni sociali saranno 60 milioni di italiani.

Tali disposizioni producono effetto dalla data del 10 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *