Coronavirus, a Parma il primo morto in Emilia-Romagna, a Piacenza donna positiva partorisce

0
122

(Sesto Potere) – Roma – 26 febbraio 2020 – Il numero dei contagiati da coronavirus in Italia aumenta a 400, la cifra dei decessi è dodici e per contro si registrano 3 guarigioni e tra queste i due cinesi che erano stati ricoverati il 30 gennaio scorso all’Istituto   Sperimentale Italiano Lazzaro Spallanzani di Roma e curati con farmaco anti-ebola. 

ospedale di Parma

A fornire i dati nella quotidiana conferenza stampa è il capo della Protezione Civile nazionale  Angelo Borrelli.

La dodicesima vittima è il 69enne di Lodi con patologie respiratorie pregresse morto nell’ospedale di Parma dove era stato ricoverato in terapia intensiva . Era proveniente da uno dei comuni della “zona rossa” lombarda, ed inizialmente era stato ricoverato all’ospedale di Piacenza, per poi essere trasferito a Parma.

Ma in Emilia-Romagna si registra anche una notizia positiva : a Piacenza una donna incinta, positiva al Covid-19 ,  ha partorito e il neonato è risultato negativo al test per identificare il coronavirus.

Statisticamente, la Lombardia è la Regione più colpita con 258 casi  ,  riconducibili soprattutto al Lodigiano, seguita dalla regione Veneto con 87 casi (la protezione civile ne stima invece 71) , dall’Emilia Romagna (47 casi), dalla Liguria (11 casi), Lazio e Sicilia (con 3 casi), Toscana (due) e uno a Bolzano e in Piemonte, dove si sono registrati almeno due casi “falsi positivi”.

A scopo precauzionale, la Protezione civile regionale dell’Emilia-Romagna comunica di essere già pronta ad allestire eventualmente nuovi moduli provvisori per i triage dei servizi ospedalieri, a tutela soprattutto , degli operatori sanitari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here