Controlli polizia lidi ferraresi: arrestato ucraino

0
171

(Sesto Potere) – Ferrara – 10 agosto 2021 – Nella serata di ieri 9 agosto, nell’ambito del dispositivo di sicurezza per la stagione estiva pianificato dal Questore di Ferrara, Cesare Capocasa,  sui lidi ferraresi, che vede impegnata la Polizia di Stato unitamente agli equipaggi  del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna (unità operative specializzate nel controllo del territorio che rappresentano una task force di pronto intervento della Polizia di Stato) è stato tratto in arresto un cittadino ucraino.

In particolare gli Agenti, a lido di Pomposa, notavano un soggetto che, alla vista degli stessi, cambiava repentinamente direzione dirigendosi verso l’ingresso di un’abitazione. L’uomo, quindi, veniva sottoposto a controllo nel corso del quale esibiva una carta d’identità rumena in corso di validità.

Dagli accertamenti nelle banche dati in dotazione alle Forze di Polizia emergeva che lo straniero aveva a suo carico numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio, guida in stato di ebbrezza, danneggiamento, alcune sanzioni amministrative e un rintraccio per la notifica di un provvedimento giudiziario. Procedendo nell’identificazione si accertava che il documento d’identità rumeno risultava falso.

L’uomo si mostrava sbigottito dalla scoperta per poi affermare che effettivamente era di nazionalità ucraina (esibiva infatti una patente di guida di quello stato) che utilizzava il documento rumeno per non dover chiedere il permesso di soggiorno, che vive stabilmente in una città del Nord Italia unitamente alla fidanzata con la quale aveva affittato una casa sul litorale comacchiese per trascorrere qualche giorno di ferie insieme ad altri familiari. Quando era stato fermato dagli Agenti era appena uscito da casa per andare a prendere le sigarette.

Alla luce di quanto accertato l’uomo veniva tratto in arresto per i reati di uso di atto falso, falsa attestazione a P.U. sulla propria identità e possesso di documenti di identificazione falsi.