(Sesto Potere) – Bologna – 31 gennaio – Giovedì mattina, nell’ambito di mirati controlli predisposti dalla Polizia di Stato in Emilia Romagna, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Altedo, ha fermato una Mini Countryman di colore nero con vetri oscurati, mentre procedeva a forte velocità in direzione Bologna.

Alla guida, un conducente classe 1990 residente nella provincia di Bologna che, alla contestazione da parte degli agenti della mancata copertura assicurativa del veicolo, ha iniziato ad innervosirsi senza alcuna ragione, contraddicendosi più volte nelle risposte fornite alle domande degli operanti, facendo così nascere il sospetto che potesse nascondere qualcosa di illecito a bordo del proprio veicolo.

I sospetti sono diventati certezza grazie a “Barack”, un cane antidroga del locale Reparto Cinofili, che, salito a bordo della Mini, ha fiutato la presenza di una sostanza stupefacente nella zona posteriore dell’abitacolo. 

I poliziotti sono riusciti così a scoprire che sotto i sedili posteriori, era stato ricavato un doppio fondo con apertura azionabile da un pulsante posizionato sul cruscotto, nel quale erano nascosti 36 sacchetti in cellophane contenenti 18,36 Kg di cocaina purissima destinata allo spaccio.

Su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di turno, il conducente della Mini è stato quindi tratto immediatamente in arresto e accompagnato in custodia cautelare presso il carcere della “Dozza” di Bologna.