Controlli carabinieri nei settori avicolo, lattiero e caseario: denunce e sequestri di uova e alimenti

0
511
carabinieri

(Sesto Potere) – Roma – 23 febbraio 2021 – Conclusa l’operazione “Mansueto”. Nelle scorse settimane, i Reparti del Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare  (RAC), unitamente ai Nuclei Investigativi di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) e alle Stazioni dei Gruppi Carabinieri Forestali, ha eseguito sull’intero territorio nazionale una serie di controlli presso 55 aziende del settore agroalimentare.

Le ispezioni hanno puntato a garantire che sulle tavole degli italiani potesse giungere  cibo sicuro e di qualità. L’azione dei Carabinieri della Tutela Agroalimentare è altresì protesa alla salvaguardia dell’intero settore produttivo dell’enogastronomia  nazionale, eccellenza distintiva del nostro Paese.

Nel corso dell’attività sono stati conseguiti i seguenti risultati: riscontrate 27 imprese irregolari; contestate sanzioni per 117.500 euro; impartite 14 diffide ad adempiere per violazioni sanabili sull’etichettatura e le evocazioni DOP/IGP; sequestrati penalmente 490 kg di carne bovina e 280 kg di prodotti alimentare di origine animale , detenuti in cattivo stato di conservazione all’interno di un magazzino di un’azienda di lavorazione carni . Denunciati i due responsabili della ditta; sequestrati 5.119 kg di carne suina e 1.070 kg di formaggi evocanti denominazioni di origine, per carenza di rintracciabilità e mancanza del luogo di provenienza in etichettatura; sequestrate 37.368 uova poiché carenti degli elementi utili a rintracciarne la provenienza ; ed elevate sanzioni per 100mila euro ad un’azienda agricola biologica che non rispettava le prescrizioni per l’uso dei fitofarmaci.