Consumi, italiani poco attenti al risparmio ed agli sconti sul cibo

0
315
spesa

(Sesto Potere) – Roma – 22 luglio 2021 –  Lo “Smart Shopper Index” di BravoSconto (*) – piattaforma di codici sconto e voucher – ha stilato una graduatoria dei paesi con i consumatori più attenti alle abitudini di spesa e al risparmio. Dallo studio emerge che nessun marchio di Food & Drink è nella top 5 dei più cercati in rete dai nostri connazionali per offerte e sconti, dove invece trovano posto i giganti dell’e-commerce come Amazon o eBay, così come i grandi player della moda Zalando e Shein.

Rispetto ai vicini francesi e britannici, nel nostro Paese il numero complessivo di ricerche su Google legate a voucher e sconti è stato 5 volte inferiore. Sulle ricerche in rete, sono stati analizzati 7 paesi (USA, UK, Germania, Francia, Italia e Polonia) e l’Italia è all’ultimo posto con poco più di 5 milioni di ricerche mensili su sconti e offerte.

Sempre secondo la speciale graduatoria di BravoSconto, l’Italia si posiziona al 17° posto per abitudine assoluta al risparmio, con un punteggio di -150. Solo il 68% degli italiani ha dichiarato di valutare attentamente ogni acquisto contro il 93% dei francesi.

L’analisi ha messo a confronto i dati ufficiali diffusi dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), Numbeo (database globale sui consumi) e il Dipartimento per l’Agricoltura degli Stati Uniti.

E’ stata quindi stilata una graduatoria dei paesi con i consumatori più attenti alle abitudini di spesa e al risparmio in 25 paesi OCSE (su 37, quelli in cui erano disponibili i dati). Li ha poi aggregati in un indice a punti per trovare quali paesi avessero gli acquirenti più esigenti.
La classifica premia la Francia, seguita da Irlanda e Germania. Seguono Stati Uniti, Norvegia, Belgio, Colombia, Austria, Paesi Bassi, Russia, Ungheria, Corea del Sud, Slovenia, Repubblica Ceca, Estonia, Canada e Italia, che risulta poco attenta al risparmio sul cibo. Dopo l’Italia seguono Finlandia, Spagna, Regno Unito, Nuova Zelanda, Portogallo, Lettonia e Lituania. Ultima la Polonia.

“Il comportamento dei consumatori e le abitudini di acquisto differiscono da paese a paese” – commenta Marco Farnararo , CEO di Bravo Savings Network -. “Il nostro studio dimostra come diversi fattori influenzino la loro esperienza complessiva, con le ricerche online che possono dire molto. Le variabili in gioco sono tante, un esempio è la tendenza al risparmio in proporzione al costo della vita. È interessante notare come sebbene molti acquirenti continuino a valutare offerte più tradizionali e sconti legati a moda e lifestyle, anche altre categorie abbiano suscitato molto interesse. È il caso della consegna di cibo a domicilio, impennata durante la pandemia, ma anche l’artigianato e persino i giochi”.

(*) società che fa parte di Bravo Savings Network, azienda internazionale nata nel specializzata in Affiliate Marketing e nata nel 2016 con l’intento di aiutare i consumatori a risparmiare sui propri acquisti.