Confindustria Romagna: concluso corso di alta formazione per dirigenti e imprenditori

0
93

(Sesto Potere) – Cesenatico – 15 ottobre 2020 – Si è svolta nella suggestiva cornice del Grand Hotel Da Vinci di Cesenatico la cerimonia conclusiva del corso di alta formazione di Confindustria Business Academy 2019/2020. Il percorso “Innovation and Management Executive Program” ha coinvolto 32 professionisti tra dirigenti e imprenditori di aziende del territorio, di ogni settore e dimensione, che in dieci mesi di frequenza hanno approfondito insieme a docenti ed esperti i processi di cambiamento e innovazione aziendale, con un particolare focus sulla trasformazione digitale.

La didattica in aula si è alternata ad attività di project work, discussioni e giornate on-site presso aziende e laboratori, concludendosi proprio pochi giorni fa a H.Farm, il più celebre acceleratore e incubatore di impresa italiano.

All’evento finale è stato premiato il migliore project work, che ha sviluppato una soluzione digitale per il tracciamento e il monitoraggio degli spostamenti all’interno di grandi ambienti come stabilimenti balneari, navi da crociera o parchi giochi, indicando attività e servizi e riducendo i tempi di attesa dei visitatori. Il team (nella foto in alto) è composto da Carlo Manetti (Grafiche MDM), Isabella Mengozzi (E.R. Lux), Gianluca Ricci (Vossloh-Schwabe Italia), Federica Motta e Alessandro Biserna (Ferretti Consulting).

Ospite della serata è stato l’imprenditore marchigiano Enrico Loccioni, fondatore e presidente dell’omonima impresa, leader a livello mondiale nello sviluppo di sistemi di misura e automazione per il controllo qualità e sostenibilità: “La nostra impresa affonda le sue radici nella cultura contadina della mezzadria. Da lì si evolve verso l’impresa della conoscenza basata su tre pilastri: la managerialità, l’innovazione, l’internazionalizzazione. La formazione manageriale e la cultura d’impresa sono gli elementi fondamentali per creare un modello che duri nel tempo, integrato nel territorio e che sia anche un po’ scuola. Questo è per me l’obiettivo più alto del fare impresa”.

“E’ stata una grande sfida quella di organizzare un percorso formativo di livello, come quello proposto da CBA e metterlo a disposizione dei nostri Associati – ha affermato Giacomo Gollinucci, Vicepresidente Confindustria Romagna con delega per l’Education – Il nostro maggiore orgoglio è di aver visto così tante aziende del nostro Territorio prendere parte attiva a questa iniziativa. Il livello di docenza, l’attualità dei temi trattati e soprattutto il coinvolgimento dei partecipati, hanno dato vita ad un percorso vincente.”

Il Master è stato realizzato grazie al contributo della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì: “Quello di promuovere lo sviluppo del territorio – ha ricordato il Segretario Generale della Fondazione Andrea Severi – è il compito primo di ogni Fondazione e non vi è strumento migliore per darvi compimento che sostenere la formazione di una classe imprenditoriale capace di farsene a propria volta promotrice. Per questo la Fondazione ha aderito immediatamente e con convinzione alla proposta di Confindustria di supportare la sua Business Academy, affinchè i manager del nostro territorio possano contare su percorsi di conoscenza ed esperienza che consentano loro di competere ai massimi livelli come richiesto dai mercati globali”.

“Questo gruppo di professionisti ha sviluppato un ottimo percorso, benché in buona parte sviluppato via internet a causa del lockdown – ha concluso Danilo Casadei, presidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Romagna – Per fortuna siamo riusciti a terminarlo in presenza presso H.Farm, dove ho avuto modo personalmente di ammirare le interessanti, creative e complesse presentazioni dei vari lavori. Sono contento dei feedback ricevuti dai partecipanti e pertanto stiamo già pensando di riproporlo per il prossimo anno”.

Confindustria Romagna è un’Associazione industriali di Ravenna, Rimini e Forlì-Cesena: 1000 imprese, 50 mila dipendenti, 25 miliardi di euro di fatturato aggregato