Confesercenti Emilia Romagna: 2020 anno devastante per settore abbigliamento

0
281
negozio vendite

(Sesto Potere) – Bologna – 22 giugno 2020 – Lo spostamento ad agosto dell’avvio dei saldi estivi 2020, deciso dalla Giunta della Regione Emilia-Romagna, è accolto con favore dalla Confesercenti dell’Emilia Romagna.

negozio vendite

“Spostare l’avvio dei saldi estivi rappresenta una scelta giusta in un anno devastante come il 2020 per il settore dell’abbigliamento – si legge in una nota diffusa dall’associazione – e questa misura che si accompagna alla soppressione del divieto di svolgere le vendite promozionali nei trenta giorni precedenti la data d’avvio era stata fortemente richiesta dalle imprese del settore”.

Il settore dell’abbigliamento è uno di quelli che ha subito i danni maggiori dal lungo stop e rischia di veder completamente andare a vuoto tutta la stagione estiva dopo aver già perso quella primaverile. A questo si aggiunge anche una diminuita capacità di spesa dei cittadini che devono fare i conti con cassa integrazione e perdita del lavoro.

Nei giorni scorsi il presidente della Confesercenti Emilia-Romagna, Dario Domenichini, aveva espresso la propria soddisfazione per la scelta  della Regione Emilia-Romagna di sospendere per il 2020 il divieto di effettuare vendite promozionali nei trenta giorni precedenti i saldi estivi: tutto il mese di luglio.

“Dopo due mesi di lockdown e zero incassi – aveva spiegato il Presidente – la deroga è una scelta di buon senso e di buona politica che speriamo serva a dare una spinta ai consumi per fronteggiare la crisi del sistema economico del territorio causata dall’emergenza epidemiologica legata al Covid-19 e favorire la ripresa delle attività commerciali e degli acquisti da parte dei consumatori”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here