(Sesto Potere) – Forlì – 31 agosto 2022 – Anche Confedilizia Forlì-Cesena interviene sul tema aumenti delle bollette di luce e gas. “I rincari – afferma il presidente provinciale Carlo Caselli (nella foto in alto) – hanno raggiunto livelli altissimi, così come abbiamo visto confermato anche dalla cronaca locale dei giorni scorsi. E il quadro per i prossimi mesi è destinato a peggiorare”. Dall’Associazione provinciale dei proprietari di casa, in linea con la posizione espressa da Confedilizia nazionale, osservano: “Nei condominii, in particolare, la morosità sta divenendo sempre più elevata e, se non si interviene urgentemente, almeno prevedendo una forte rateizzazione dei pagamenti, molte famiglie – anche in affitto – rischiano di rimanere, di qui a breve, prive dei servizi essenziali”.
Caselli sottolinea: “Confedilizia nazionale ha lanciato un appello al Parlamento e al Governo per cercare di ridurre gli effetti drammatici che gli aumenti di luce e gas hanno e avranno sulla vita condominiale”. E aggiunge: “Negli stabili condominiali abitano anche molte persone non abbienti, anziani e giovani famiglie con bambini. Soggetti che vanno protetti almeno consentendo al condominio nel suo complesso di chiedere e ottenere versamenti dilazionati nel tempo. Questa situazione, inoltre, recherà tensioni nei rapporti condominiali e, soprattutto, vi è preoccupazione poiché è probabile che in molti casi, per forza di cose, le prime spese che verranno tagliate per fare fronte ai rincari saranno quelle destinate alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici, con evidenti rischi per la sicurezza anche degli stessi condòmini”.