Confedilizia F-C: “Perchè il Comune non ha rimborsato la tassa sui rifiuti e le altre imposte locali?”

0
114

(Sesto Potere) – Forlì – 10 aprile 2020 – “Se il Comune di Forlì intendeva concretamente andare incontro, non solo ai propri, ma a tutti i conduttori di immobili commerciali avrebbe potuto rimborsare loro la tassa sui rifiuti e le altre imposte dovute all’ente territoriale, finanche le utenze di acqua, luce e gas”. Lo afferma Carlo Caselli, presidente provinciale di Confedilizia Forlì-Cesena.

Carlo Caselli Confedilizia

Un intervento che segue la decisione del Comune di Forlì di sospendere i canoni di locazione relativi agli immobili di uso commerciale di sua proprietà, con l’Assessore al Bilancio, Vittorio Cicognani, che ha anche invitato i privati che sono proprietari di locali pubblici e commerciali a fare altrettanto, venendo incontro alle difficoltà di chi ha un’attività e in questo momento ha le serrande abbassate.

Caselli sottolinea che “per far fronte all’emergenza in corso Confedilizia ed i numerosi proprietari che rappresenta, risponde: presente! Ma sia chiaro che nulla, assolutamente nulla, è stato disposto per alleviare la posizione dei proprietari immobiliari, costantemente e tutt’ora gravati dalle tasse locali e statali, che sia il Governo sia il Comune si guardano bene dal rinunziare a riscuotere”.

Poi Caselli si rivolge con molta franchezza al Sindaco Gianluca Zattini, al Vicesindaco Daniele Mezzacapo, all’Assessore Vittorio Cicognani e a tutta la Giunta: “In situazioni come l’attuale invece che la frenesia degli annunci e dei POST, è necessario approfondire, confrontarsi con le associazioni, e trovare una im-POST-azione di aiuto generale ad inquilini e proprietari, senza creare cittadini di serie A (inquilini del Comune) e cittadini di serie B (inquilini dei proprietari), poiché altrimenti si ‘avvelenano i pozzi’, si creano tensioni”. Il rammarico di Confedilizia Forlì-Cesena è anche quello che dal Comune nessuno ha cercato un confronto su una materia così delicata.

“La precedente Amministrazione avrebbe alzato il telefono e si sarebbe consultata” evidenzia Caselli, che poi aggiunge: “Visto che non è stato cercato nessun confronto con i proprietari immobiliari, l’Assessore Cicognani ed il Comune, si astengano dall’invadere un campo, quello della locazione privata, che in una miriade di casi vede rapporti privatistici dove i locatori (spesso persone fisiche) da lungo tempo, ed ovviamente anche nell’attuale emergenza, si confrontano con i loro inquilini e raggiungono accordi che consentono non solo la prosecuzione, ma anche il rafforzamento del rapporto che li lega. Ed è su questa direzione che Confedilizia ha sempre diretto e continuerà a dirigere la sua azione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here