(Sesto Potere) – Forlì – 15 marzo 2021 – Il Comitato Civico SS67 esprime soddisfazione per le parole pronunciate dall’On. Nicola Molteni, Sottosegretario al Ministero dell’Interno, nella diretta Facebook con l’On. Jacopo Morrone, nel tardo pomeriggio di domenica 14 marzo.

Nel corso della trasmissione, in rappresentanza del Comitato Civico SS67, Vincenzo Bongiorno e Alessandro Ferrini hanno ribadito, attraverso commenti Facebook, la necessità di mantenere aperto e operativo il distaccamento della Polstrada di Rocca San Casciano. I due esponenti leghisti non si sono sottratti dall’argomento.

“Per questo li ringraziamo – affermano i coordinatori del Comitato Civico SS67 – e in particolare, ci sono sembrate importanti le parole del Sottosegretario Molteni che ha spiegato che il controllo del territorio lo si fa potenziando i presidi considerati utili”.

morrone e molteni

Sul piano che prevede di chiuderne 23 in tutta Italia e in varie specialità di Polizia, tra cui appunto la Polstrada di Rocca, i coordinatori del Comitato Civico SS67 Bongiorno, Ferrini e Ragazzini (nella foto in alto) sottolineano che “Molteni ha assicurato che si approfondiranno le motivazioni di ogni caso, arrivando anche a ribaltare le soluzioni ipotizzate, poiché se un presidio non garantisce più un servizio utile e necessario ai cittadini ed è diventato un “ramo secco” quello lo si taglia, ma se così non è, e si possono fare scelte diverse ed alternative, evidentemente è compito della politica quello di trovare delle soluzioni e a questo, ha affermato Molteni, si sta lavorando”.

I coordinatori del Comitato osservano: “Questa impostazione ascoltata in diretta Facebook ci fa molto piacere e ci rende fiduciosi che il presidio di Rocca della Polstrada possa rimanere aperto e operativo, magari anche potenziato, proprio perché è strategico per la sicurezza stradale su un importante collegamento qual è la Strada Statale 67; senza dimenticare che la sede è concessa dal Comune di Rocca in comodato d’uso gratuito, con un risparmio per lo Stato, e che il presidio è presente dal 1959, da oltre sessant’anni, ben integrato nel tessuto sociale della vallata del Montone”.

Bongiorno, Ferrini e Ragazzini aggiungono: “A Molteni e al Sottosegretario all’interno, Ivan Scalfarotto di Italia Viva, abbiamo scritto con pec circa dieci giorni fa. Continueremo a relazionarci trasversalmente con tutti gli schieramenti politici e a comunicare le nostre ragioni, che consideriamo di buon senso e condivisibili”.