Coldiretti Emilia Romagna, Innovation tour per giovani a scuola di futuro

0
217

(Sesto Potere) – Bologna – 10 giugno 2021 – “Diffondere informazioni e metterle al servizio dei giovani imprenditori è una priorità per fare il bene della nostra agricoltura”. Ha commentato così il Direttore di Coldiretti Emilia Romagna, Marco Allaria Olivieri, la tappa dell’Innovation tour di Coldiretti Giovani Impresa, il ciclo di 20 incontri territoriali che toccherà tutte le regioni italiane coinvolgendo migliaia di agricoltori su Conoscenza e Innovazione in agricoltura. L’edizione emiliano romagnola ha visto la partecipazione dell’Assessore regionale all’agricoltura, Alessio Mammi e di oltre 100 giovani soci collegati via web.

Negli interventi del segretario nazionale di Giovani Impresa, Stefano Leporati, del responsabile regionale del CAA, Luca Gelsi e di Dennis Calanca, responsabile sicurezza alimentare regionale, coordinati dal Delegato regionale Giovani Impresa, Andrea Degli Esposti, il tema centrale è stato il ruolo del modello Akis nel trasferimento della conoscenza e dell’innovazione all’ambito agricolo italiano, nonché le opportunità offerte in tal senso dalle politiche di sviluppo rurale.

Al fine di orientare ciascun incontro sulle esigenze specifiche del tessuto produttivo locale, sono state precedentemente condotte due analisi.

La prima ha coinvolto circa 5,4 mila aziende in tutta Italia ed è stata incentrata sull’adozione delle innovazioni in agricoltura, i cui risultati sono riportati nella pubblicazione “Innovazione in agricoltura: verso il modello Akis”.
L’altra su opinioni e considerazioni circa la futura Pac ed ha toccato circa 8,5 mila aziende in tutta Italia, i cui risultati sono riportati nella pubblicazione “Verso le nuove Politiche di sviluppo rurale”.

L’incontro è stato chiuso con la testimonianza di un giovane imprenditore e un intervento sulle potenzialità del Portale del Socio e Demetra.

L’obiettivo dell’Innovation tour, che rientra in un progetto di informazione sulla PAC cofinanziato dalla Commissione Europea, è quello di avviare un percorso condiviso di confronto volto a potenziare, in tutte le regioni, la diffusione della conoscenza e dell’innovazione, partendo da un’attenta analisi delle barriere, incentivi e opportunità a livello regionale.