Clima, protesta di Fridays For Future di Forlì in consiglio comunale

0
117

(Sesto Potere) – Forlì – 13 novembre 2019 –  Attivisti di Fridays For Future di Forlì hanno manifestato oggi pomeriggio  in consiglio comunale. Ieri avevano lanciato un social bombing per “inondare” i capigruppo del Consiglio Comunale con messaggi che invitavano “Rispettate la mozione di riconoscimento dell’emergenza climatica e ambientale” e “Non approvate un programma di mandato che non guarda al futuro delle giovani generazioni”

“Il Consiglio comunale metterà in votazione la programmazione del Sindaco e della Giunta che non prevede impegni concreti per il contrasto al cambiamento climatico, tanto meno azioni volte a ridurre le emissioni di CO2, e disattende quindi l’impegno affidato loro con la firma della Mozione (approvata dal Consiglio a fine luglio) di assegnare la massima priorità al contrasto al cambiamento climatico nell’agenda dell’Amministrazione comunale e ad azzerare le emissioni entro il 2030″: hanno evidenziato gli attivisti di Fridays For Future di Forlì.

I ragazzi – che si sono detti “indignati e delusi” – hanno chiesto di: “fare in modo che questa proposta di programmazione non venga approvata se non con le dovute modifiche.  La scienza ci chiede di azzerare le emissioni entro il 2030 per evitare conseguenze irreversibili; questo sindaco è l’ultimo a poter imboccare la strada nel contesto forlivese per evitare il collasso. E sebbene in campagna elettorale il Sindaco Zattini abbia firmato tutti i punti della petizione da noi presentata, e succesivamente, durante il ballottaggio, abbia firmato un ulteriore impegno ad agire contro il collasso climatico ed ecologico, ha presentato un Programma di Mandato, che sarà votato mercoledì in consiglio comunale, che ci ha indignato e deluso”.

i ragazzi di Fridays For Future Forlì

“Appare in modo evidente che non si è tenuta in considerazione la volontà della cittadinanza che si è espressa in modo unanime, attraverso i suoi rappresentanti al consiglio comunale, riconoscendo la crisi climatica ed ambientale e impegnando il Sindaco e la Giunta ad “assegnare la massima priorità al contrasto al cambiamento climatico nell’agenda dell’Amministrazione comunale” e ad azzerare le emissioni entro il 2030.  Più volte si fa riferimento al Futuro ma paradossalmente non si parla mai dell’azzeramento delle emissioni che alterano il clima, e dal quale dipende il futuro della vita sulla terra.  La Giunta continua quindi a non ascoltare la scienza rendendosi complice della distruzione della vita sulla terra”: è l’accusa di Fridays For Future di Forlì.

I ragazzi hanno chiesto a tutto il Consiglio comunale, senza distinzioni tra maggioranza e opposizione, di non approvare un programma che: “va contro la volontà dei cittadini, ma di modificare il programma di mandato inserendo l’azzeramento delle emissioni al 2030, e tutte le azioni necessarie per attuarlo, come da loro stessi votato all’unanimità a fine luglio” ed hanno contestualmente chiesto al Sindaco Zattini: “di rispettare gli impegni da lui firmati e domandare pubblicamente, a tutte le figure politiche nazionali che incontrerà per la campagna elettorale regionale, di agire contro l’emergenza”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here