Clima, a Forlì verso la stesura di un testo condiviso fra maggioranza e opposizione

(Sesto Potere) – Forlì – 15 luglio 2019 – Intervento oggi  pomeriggio di alcuni attivisti di  Fridays For Future Forlì, anche con l’esibizione di alcuni cartelli,  in avvio di seduta del Consiglio comunale per indicare le misure considerate necessarie per arginare il problema dell’emergenza climatica. I giovani, su invito della presidente d’aula Ascari Raccagni , che ha fra l’altro detto: “questo non è un teatro,  non uno show, ma un Consiglio comunale che ha un preciso ordine del giorno”, sono stati condotti dagli agenti della polizia locale negli spazi del pubblico (vedi foto in basso, ndr) per consentire lo svolgimento dei lavori consiliari e si sono limitati ad assistere all’attività d’assemblea.

Il 3 maggio scorso, entrambi i candidati sindaco , Zattini e Calderoni, avevano firmato i 9 punti  della petizione  presentata alla cittadinanza. E prima del ballottaggio, entrambi i candidati sindaco avevano firmato  un impegno a dichiarare l’emergenza climatica ed agire di conseguenza, una volta eletti.

Il 28 giugno i ragazzi di  Fridays For Future Forlì hanno consegnato ad ogni gruppo consiliare una proposta di mozione, che conteneva: “Un preambolo in cui si ammetteva la crisi climatica, le cause, l’importanza di agire con urgenza, gli studi scientifici a supporto. Una parte  che chiedeva l’impegno dell’Amministrazione di inserire in ogni azione amministrativa o iniziativa la valutazione degli effetti di tale azione sul clima, e di lavorare affinché si arrivi a 0 emissioni nette entro il 2030. E un’ultima parte che elencava i 9 punti concreti della petizione: dal piantare alberi, alla mobilità sostenibile, al consumo di suolo, agli allevamenti intensivi, alla riduzione della plastica monouso”.

Qualche giorno fa, i partiti di maggioranza e opposizione hanno presentato  mozioni a tema da proporre oggi in consiglio.

i ragazzi di Fridays for Future negli spazi del pubblico
i ragazzi di Fridays for Future negli spazi del pubblico

I  ragazzi di  Fridays For Future Forlì hanno manifestato riserve sul testo della maggioranza che in un preciso paragrafo  citando le parole del fisico Franco Prodi   nega di fatto le cause del cambiamento climatico.

L’auspicio degli attivisti del Fridays For Future di Forlì era che  oggi  pomeriggio: “la politica forlivese potesse trovare il modo di lavorare unita per il futuro delle nuove generazioni, iniziando dal dichiarare l’emergenza climatica” e in particolare citando la scelta precisa di  azzerare le emissioni entro  2030.

Ed alla fine questo suggerimento è stato accolto.

Accogliendo le sollecitazioni del centrosinistra, avanzate dai capigruppo della Lista del Partito Democratico e della Lista civica con Giorgio Calderoni già nella conferenza dei capigruppo,  di raggiungere un testo condiviso, la maggioranza di centrodestra si è resa disponibile a discutere in Commissione Ambiente un testo che possa costituire l’impegno collettivo del Consiglio comunale di Forlì sul problema dell’emergenza climatica.

i consiglieri del centro sinistra

“Riaffermando la nostra valutazione positiva dell’apertura di un dialogo su una tematica rispetto alla quale è assolutamente necessario che la politica agisca in maniera decisa, unitaria e collettiva, annunciamo la nostra volontà di vigilare affinché la discussione in Commissione costituisca un confronto costruttivo e non abbia finalità dilatorie e perché non vi sia alcun cedimento sui contenuti fondamentali che devono sostanziare l’impegno del Comune di Forlì a contrastare la crisi climatica in atto. Ora il nostro obiettivo è far dichiarare al Comune di Forlì l’emergenza climatica e ambientale”: hanno  scritto in un comunicato stampa congiunto  i gruppi consiliari del Partito Democratico e della Lista civica con Giorgio Calderoni.

In seduta oggi pomeriggio, comunque, s’è data lettura, su precisa richiesta del Pd ,  delle tre mozioni presentate dal centrosinistra, dal M5S e dal centrodestra, per voce rispettivamente di:  Loretta Prati, di Daniele Vergini e Massimiliano Pompignoli.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *