(Sesto Potere) – Modena – 13 dicembre 2021 – “Perse altre 9 posizioni, Modena è ora ventiquattresima nella classifica del Sole24ore sulla qualità della vita in Italia. Mi chiedo se Muzzarelli ne sia al corrente.”: questo il commento a caldo del consigliere regionale di Fratelli d’Italia Michele Barcaiuolo, alla vista della tradizionale classifica sulla qualità della vita pubblicata oggi dal Sole 24Ore.

Quest’anno la storica indagine del Sole 24 Ore ha consentito di focalizzare in particolare come sta andando la ripresa post pandemia e quali sono i divari territoriali: “Osservando nel dettaglio i vari settori della classifica, emerge ancora una volta il pessimo posizionamento in “Sicurezza e giustizia”, frutto come noto di un cattivo indice della criminalità”, commenta il Consigliere, “ma va male anche il settore legato all’ambiente, con uno scivolone di 26 posizioni; inquinamento dell’aria e produzione di rifiuti sono i parametri peggiori in questo campo.”

Gian Carlo Muzzarelli

La nostra città vive da anni uno scenario di triste declino, ma gli Amministratori sembrano non accorgersene: “Si continuano a chiudere gli occhi di fronte a situazioni ormai insostenibili: in primis il problema del degrado e della criminalità, che Fratelli d’Italia ha periodicamente denunciato”, continua Barcaiuolo.

Una denuncia che ora viene confermata dai sondaggi e dalle classifiche reali: “I parametri migliori sono quelli relativi al benessere economico, tra Lavoro e Ricchezza e Consumi, e di questo mi compiaccio ma non sono stupito: nel nostro territorio ci sono grandi imprenditori e grandi lavoratori. E’ la dimostrazione che Modena sa essere efficiente, e che se qui si vive bene non è grazie alle politiche di sinistra ma nonostante le politiche di sinistra”, conclude il Barcaiuolo.