(Sesto Potere) – Modena – 22 dicembre 2021 – “Tutti coloro che hanno meno di 36 anni e acquistano una prima casa possono accedere ad importanti agevolazioni a determinate condizioni” a ricordarlo è Andrea Sirianni segretario Cisl con delega alle politiche sociali e abitative che fa riferimento al Decreto sostegni bis, in vigore da maggio, che ha ampliato la platea dei potenziali beneficiari giovani.
“Questo provvedimento – spiega Sirianni – è ancora poco conosciuto, ma va esattamente nella direzione auspicata dalla Cisl di aiutare le famiglie e i giovani. L’obiettivo è favorire il raggiungimento della autonomia abitativa requisito essenziale per il rafforzamento della stabilità all’interno delle famiglie. La casa, bene primario, è fondamentale nel processo di costruzione di una maggiore sicurezza e coesione sociale nei nostri territori”

La Cisl, attraverso il proprio responsabile del Caf Emilia Centrale, Franco Saracino ricorda i requisiti essenziali per avere diritto alle agevolazioni fiscali: “Isee non superiore a 40.000, i giovani non devono aver ancora compiuto 36 anni di età nell’anno della stipula dell’atto di acquisto; l’agevolazione spetta per tutti gli atti stipulati tra il 26 maggio 2021 ed il 30 giugno 2022, quindi ci sono ancora diversi mesi per poterne usufruire”.

Andrea Sirianni

“La norma – ricorda Saracino – prevede i seguenti benefici: per le compravendite non soggette a Iva, esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale; per gli acquisti soggetti a Iva, oltre all’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale, il riconoscimento di un credito d’imposta di ammontare pari all’Iva corrisposta al venditore; l’esenzione dall’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili a uso abitativo”.

Per avere diritto alle agevolazioni, inoltre, è necessario essere in possesso dei requisiti per le agevolazioni ordinarie per acquisto prima casa e naturalmente essere in possesso dell’Isee ordinario con i redditi di due anni prima rispetto all’anno di stipula dell’atto, oppure, in caso di variazioni significative della situazione lavorativa, economica o patrimoniale dei componenti del nucleo familiare, l’Isee corrente.

Con riferimento, invece, agli immobili, le agevolazioni non sono ammesse per l’acquisto di un’abitazione appartenente alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 (immobili di lusso). Gli uffici fiscali Caf Cisl di tutte le nostre sedi di Reggio e Modena sono a disposizione per informazioni, consulenze e ovviamente per la predisposizione dell’Isee.