(Sesto Potere) – Cesenatico – 7 dicembre 2022 – L’Amministrazione Comunale di Cesenatico ha presentato in Consiglio Comunale il bilancio di previsione 2023-2025, dopo che nei giorni scorsi si erano svolti incontri in merito con le organizzazioni sindacali, le associazioni di categoria del territorio e i comitati di zona. Il tutto avviene dopo settimane intense di lavoro che hanno coinvolto il Sindaco Matteo Gozzoli, l’Assessore Jacopo Agostini di concerto alla giunta e ai dirigenti Riccardo Spadarelli e Omar Laghi.

Il bilancio dovrà essere approvato dal Consiglio Comunale entro fine anno, così da consentire da gennaio 2023 la piena operatività dell’Ente.

La spesa corrente: nel 2023 maggiori costi per 1,6 milioni per il caro bollette. Spiccano tra le voci in aumento rispetto al 2022 le spese previste per pubblica illuminazione, riscaldamento ed energia elettrica degli edifici pubblici. Un conto salato da € 1.600.000,00 calcolato in base agli aumenti registrati durante parte del 2022, senza poter tenere conto al 100% degli aumenti visti da settembre ad oggi.

In ambito educativo la previsione di spesa è stata confermata sui livelli dell’anno in corso, con più di € 600.000,00 destinati per l’assistenza all’handicap. Dalla Regione Emilia-Romagna sono previsti circa € 78.000 per i nidi ed è confermata il fondo per il sostegno alle nuove imprese di Cesenatico per € 30.000,00. Sul versante dei servizi alla persona, il Comune di Cesenatico continua a investire € 1.800.00,00 come trasferimento all’Unione dei Comuni.

Da segnalare la conferma dell’azzeramento del contributo richiesto alle famiglie per quanto concerne gli abbonamenti del trasporto scolastico per gli under 14: anche nell’anno scolastico 2023-2024 le famiglie non dovranno pagare nulla per il trasporto dei propri figli a scuole elementari e scuole medie: un investimento di circa 500.000 interamente coperto dalle casse pubbliche.

Le entrate

Nonostante le enormi difficoltà che le amministrazioni pubbliche stanno affrontando, con il caro bollette da un lato e i rialzi dei materiali in edilizia, la scelta dell’Amministrazione è stata quella di non aumentare la pressione fiscale su cittadini e imprese mantenendo allo stesso tempo confermati tutti i servizi. Per quanto riguarda le imposte, infatti, l’Amministrazione Comunale ha deciso di confermare la stessa aliquota addizionale IRPEF prevista per il 2022 con lo 0,7 per mille. La cifra totale prevista invece per la tassa di soggiorno sarà di € 2.300.000,00, in linea con i risultati attesi dell’anno 2022.

Tra le novità in entrata sono previste maggiori risorse da sanzioni da codice della strada relative all’entrata in funzione del nuovo autovelox sulla SS 16 Statale Adriatica. Sul fronte della lotta all’evasione le stime di entrata si aggirano attorno ai € 1.3000.000,00 per quanto riguarda l’IMU e ai € 500.000,00 per quanto riguarda la TARI.

Nel quadro del bilancio triennale va sottolineato che dal 2024 decade l’Iscop (Tassa di scopo istituita nel 2014 per finanziare il nuovo polo scolastico di Villamarina) con un calo della pressione fiscale di oltre € 700.000,00 all’anno che andrà a beneficio dei proprietari di immobili soggetti al versamento dell’IMU.

Il piano investimenti

Municipio di Cesenatico

Nel triennio 2023-2025 sono in previsione oltre € 43.000.000,00 di lavori.

Di questi 7,5 milioni riguarderanno il costo del riscatto del polo scolastico di Villamarina che si rende necessario vista la cessazione per legge dell’imposta di scopo che non sarà più efficace dal 1° gennaio 2024.

Durante il 2023 gli investimenti principali riguarderanno le scuole con interventi di miglioramento sismico finanziati dal PNRR che riguarderanno la scuola “2 agosto 1849” per 800.000 euro e la scuola Media Arfelli per € 1.000.000,00. Sono a bilancio sul 2023 € 5.200.000,00 per il completamento del waterfront di Ponente che dopo l’asse fognaria vedrà la realizzazione delle opere superficiali e, già nel piano triennale sono previsti ulteriori € 5.000.000,00 per il completamento del 2° stralcio del waterfront da via Magellano a via Cavour.

In attesa di conoscere gli esiti dei bandi PNRR sulla rigenerazione urbana che vedono un progetto di recupero della Vena Mazzarini da € 6.000.000,00, nel 2023 sono stati candidati nuovi progetti a bandi PNRR e regionali che riguardano la riqualificazione dello stadio comunale A. Moretti per € 1.200.000,00 ed € 1.100.000,00 per il recupero dell’ex Lavatoio.

Attenzione alta confermata in tema di manutenzioni. Il piano asfalti 2023 prevede, infatti, un investimento di € 850.000,00 a cui vanno aggiunti € 130.000,00 per il potenziamento della pubblica illuminazione (lo stesso è previsto sia per il 2024 che per il 2025), e in totale saranno investiti € 100.000,00 per messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e l’eliminazione delle barriere architettoniche. Il piano per la cura del verde prevede € 100.000,00 di investimento straordinario a cui vanno aggiunti € 30.000,00 per la manutenzione e il rinnovamento dei giochi nei parchi pubblici previsti.

Per il 2024 sono previsti € 600.000,00 per il consolidamento della Scuola “Da Vinci” di Via Caboto e € 400.000,00 per la Scuola Ricci-Ortali di Villalta. Sempre per il 2024 ci sono € 350.000,00 per la riqualificazione della nuova area verde di Bagnarola.

Il 2023 sarà anche un anno di nuove progettazioni. L’amministrazione vuole rilanciare una progettazione legata al recupero del lungomare di Levante con progettazioni innovative per piazza Marconi a cui si aggiungerà piazza Volta per € 50.000,00 e nel 2024 è stato messo a bilancio un fondo di € 120.000,00 dedicato ad una progettazione tramite concorso di idee per il recupero dell’area Ex Nuit che entro il 2023 sarà di proprietà comunale.

Inoltre per le piazze Marconi e Volta sono appostati a bilancio € 500.000,00 nel 2024 e la stessa somma nel 2025 per avviare i cantieri. Infine sempre nel 2023 sono previsti a bilancio somme per la progettazione, in cofinanziamento con la Provincia di Forlì-Cesena, della nuova rotatoria all’intersezione tra via Fiorentina e SP 98.

Per rispondere al caro energia nel triennio sono previsti € 500.000,00 per ogni anno per finanziare progetti di installare impianti fotovoltaici sugli edifici pubblici al fine di valutare la possibilità di contribuire a realizzare delle Comunità Energetiche, sfruttando i benefici e i bonus che le norme statali prevedono.

Le parole del sindaco Matteo Gozzoli e dell’assessore Jacopo Agostini

«Sul bilancio preventivo 2023-2025 pesa enormemente la situazione energetica che il Paese sta vivendo. Passiamo da un’emergenza come il COVID ad un’altra altrettanto seria con scostamenti molto importanti per il bilancio comunale. A questo si aggiunga che nel solo 2022 il Comune ha dovuto sborsare oltre 1,5 milioni in più per coprire i maggiori costi delle materie prime nei cantieri. Allo stesso tempo si registrano tendenziali riduzioni dei trasferimenti nazionali agli Enti locali. Si tratta insomma di una tempesta perfetta dove per ora stiamo cercando di tenere a fatica la barra al centro. Il nostro obiettivo è confermare tutti i livelli di servizi offerti ai cittadini e continuare quell’opera iniziata anni fa di rilancio della città pubblica attraverso l’avvio di numerosi cantieri anche grazie ai finanziamenti europei del PNRR. Fondamentale sarà, per dare linfa ai numerosi progetti in corso di sviluppo la definizione della annosa questioni IMU piattaforme che può portare nella casse comunali oltre 11 milioni di euro.», le parole del sindaco Matteo Gozzoli (nella foto in alto).

«La previsione di bilancio 2023-2025 è resa complicata dagli aumenti riscontrati sui costi dell’energia e il comune riesce a mantenere i propri livelli di servizi pur dovendo sostenere circa € 1.600.000,00 di rincari. Auspico che i fondi annunciati dal Governo riescano ad incidere in maniera consistente sui nostri rincari energetici in quella che è diventata una vera e propria emergenza. Nel 2023 dovranno essere impiegati particolari sforzi per recuperare le entrate insolute che ad oggi pesano sul bilancio comunale, così come dovrà essere posta grande attenzione nella costante gestione delle previsioni assunte. Ringraziamo gli uffici e il dottor Omar Laghi che – insieme al dottor Riccardo Spadarelli – ha portato a termine la redazione del bilancio nei tempi richiesti dall’amministrazione”, il commento dell’Assessore Jacopo Agostini.