Cesenatico, all’ex Colonia Agip di viale Carducci il 2° Alzheimer Fest

0
160

(Sesto Potere) – Cesenatico – 8 settembre 2021 – Da venerdì 10 a domenica 12 settembre, presso l’ex Colonia AGIP di Cesenatico (Viale Carducci, 181), si terrà – per il secondo anno consecutivo – l’Alzheimer Fest (www.alzheimerfest.it), un evento itinerante nazionale che unisce in un unico appuntamento arte, sociale, cultura e territorio. Anche quest’anno l’Azienda USL della Romagna parteciperà attivamente con la presentazione di un video intitolato “Non ti potrò scordar… Romagna mia“.

Il video – ideato e realizzato da un Gruppo di lavoro formato da Federica Boschi (Responsabile del Programma Demenze AUSL della Romagna), Stefano De Carolis (Responsabile del CDCD Rimini), Sonia Muzzarelli (Conservatore del patrimonio storico-artistico AUSL della Romagna) e Rachele Nanni (Responsabile del Programma Psicologia AUSL della Romagna) – si propone di presentare la Romagna a tutti coloro che parteciperanno all’Alzheimer Fest, incluse le persone con demenza e i loro “curacari” (termine coniato dallo scrittore e giornalista Flavio Pagano per indicare in modo diverso i familiari o “caregiver”, ossia coloro che si prendono cura delle persone malate).

Le principali località della Romagna sono illustrate utilizzando il ricchissimo patrimonio artistico, documentale e archivistico di proprietà dell’Azienda USL della Romagna: un insieme di edifici, dipinti, sculture, libri e documenti d’archivio – sconosciuto ai più – che testimonia una storia ospitaliera vecchia di oltre seicento anni e di cui Sonia Muzzarelli è l’appassionata e rigorosa conservatrice.

I luoghi e le opere prescelte sono illustrati singolarmente da una psicologa dei Centri aziendali per i Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD), utilizzando l’arte come canale comunicativo privilegiato, radicato nella memoria storica e sociale, e facendo riferimento ad alcune particolari tecniche “non farmacologiche” che abitualmente si utilizzano nella “cura” delle persone con demenza: l’arteterapia e la terapia di reminiscenza.
La prima utilizza l’arte e l’espressione artistica per ricostruire il filo dei ricordi e sollecitare le abilità ancora presenti; la terapia di reminiscenza è invece un intervento che, attraverso la stimolazione della memoria autobiografica, potenzia le risorse mnesiche residue e favorisce l’autostima e l’integrazione sociale.
I testi del video – scritti da Stefano De Carolis – sono volutamente semplici e utilizzano frasi brevi e immediatamente comprensibili; essi seguono inoltre le parole chiave che il Gruppo di lavoro ha individuato come filo conduttore del racconto (arte, stimolazione, memoria, mare, terra, mestieri e tradizioni popolari…).

Il video sarà presentato in anteprima venerdì 10 settembre alle ore 17.