(Sesto Potere) – Cesena – 30 settembre 2021 – Voto negativo della Lega in consiglio comunale a Cdsena sull’aggiornamento del DUP (Documento unico di programmazione).

“Sono tuttora presenti gli elementi di grande perplessità su cui già avevamo puntato il dito criticamente” dichiara in Aula il consigliere Enrico Sirotti Gaudenzia, evidenziando “la visione distorta della Giunta che sembra non avere idea delle necessità della comunità. Un documento di parole evocative e buoni propositi scollegati dalla realtà e dalle emergenze come quelle economiche che dovrebbero avere la priorità”.

“Siamo critici, per esempio, – evidenzia – sul progetto di riuso e rigenerazione del complesso monumentale ex Roverella in centro storico. Un’operazione che costerà 11,9 milioni provenienti da risorse originariamente stanziate dalla Legge di bilancio 2020 poi integrate con risorse del Fondo complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), e circa 3 milioni messi dal Comune. Una cifra astronomica per un progetto di valenza limitata e non funzionale al rilancio del centro storico. E’ poi incredibile la decisione di questa amministrazione di concentrarvi più usi, a nostro avviso anche incompatibili fra loro, compresi alloggi di edilizia popolare creando nei fatti, in pieno centro storico, una sorta di ’isola’ disgregata dalla vocazione dell’area con un aggravamento dei problemi già esistenti di sicurezza e vivibilità.

Perplessità anche sulle risorse destinate ancora alla Biblioteca Malatestiana moderna. Certamente la Lega punta a un potenziamento della Malatestiana e soprattutto a una gestione ottimale della Malatestiana antica. Ma vogliamo anche capire quante risorse pubbliche siano state impiegate dall’inizio del progetto della Malatestiana moderna a oggi e se le promesse siano state mantenute. Dai banchi della maggioranza si disegna una città perfetta e un’amministrazione di eccellenza. Al contrario, ci sono problemi strutturali che ci trasciniamo da anni e che ancora sono in un tunnel senza sbocco. Sicurezza, infrastrutture, piano della sosta, turismo, logistica: nessuno di questi temi strategici ha ricevuto la benchè minima risposta concreta e siamo già a quasi metà legislatura”.