Cesena, ridefinita la macrostruttura del Comune

0
142
municipio cesena

(Sesto Potere) – Cesena – 18 ottobre 2019 – L’Amministrazione comunale di Cesena, con lo scopo di migliorare la gestione dei servizi forniti al cittadino e di semplificare l’iter burocratico a volte poco flessibile, ha provveduto a ridefinire la macrostruttura del Comune, composta da 11 settori, individuando precise modifiche da introdurre al processo di riorganizzazione che coinvolge anche i settori dell’Unione Valle del Savio. Inoltre, in questo contesto di rinnovamento, il Sindaco Enzo Lattuca ha individuato i dirigenti da mettere a “capo” dei diversi Settori, valutando le competenze necessarie e quelle disponibili e partendo dai dirigenti di ruolo (attualmente 6, oltre il Segretario generale),  per poter far partire la selezione degli altri dirigenti a tempo determinato (attualmente 5, 3 dei quali in scadenza) da collocare al vertice degli uffici comunali. 

lattuca

Di fatto, si tratta di una organizzazione pensata sulla base delle linee di mandato e maggiormente improntata su precisi principi di flessibilità che superano le rigidità tipiche della  burocrazia, ancora troppo diffusa nelle pubbliche amministrazioni, in una logica di miglioramento continuo dei servizi al cittadino. Sulla base di questa volontà, e a seguito di un’analisi durata in questi mesi,  la Giunta ha approvato la riorganizzazione della macchina ‘comunale’ introducendo importanti modifiche organizzative, strettamente collegate alle linee di mandato e alle deleghe assegnate a ciascun Assessore. Il confronto attivato sugli obiettivi di mandato e sulla organizzazione del Comune ha anche permesso di individuare le nuove competenze che serviranno all’Amministrazione per affrontare le sfide del futuro ma anche i profili che dovranno essere potenziati per assicurare il buon funzionamento dei servizi.
Tra queste, a titolo di esempio, è stato evidenziata l’esigenza di aumentare le squadre operative per il controllo del territorio (operai cantonieri, addetti alla segnaletica, al verde), potenziare le professionalità di natura economico-finanziaria per la gestione dei tributi e  degli insoluti, inserire figure tecniche (ingegneri e architetti) esperti in tematiche energetiche, in riqualificazione degli edifici storici, in sicurezza sui luoghi di lavoro, ripristinare le figure di bibliotecaria con riferimento alla Biblioteca Antica.
In questo processo sarà coinvolta la Giunta dell’unione che dovrà valutare i riflessi dei cambiamenti organizzativi attivati nella struttura dell’unione e le conseguenti modifiche degli incarichi dirigenziali.

Entrando nel vivo della riorganizzazione, la Giunta ha definito tre principali fasi di intervento:
– la prima riguarda interventi organizzativi di immediata operatività (decorrenza 10 ottobre 2019);
– la seconda inerente a interventi organizzativi attivabili a conclusione delle procedure selettive dei dirigenti a tempo determinato Comune-Unione  (decorrenza 1 marzo 2020);
– la terza infine si concentra su interventi attivabili a seguito del completamento del turnover dirigenziale Comune-Unione Valle del Savio (decorrenza 10 ottobre 2020). Pertanto, nel corso di un anno l’organizzazione sarà modificata nei punti dove presentava incoerenze con il piano di mandato o appariva poco funzionale al raggiungimento delle linee programmatiche. Il lavoro della Giunta si è concentrato principalmente sui settori “Scuola e Sport”, “Biblioteca Malatestiana, Cultura e Turismo”, “Sviluppo dell’economia e del lavoro”, “Lavori pubblici”, “Tutela dell’ambiente e del territorio”, “Funzioni amministrative di supporto alla struttura”,

Sul fronte scolastico e sportivo, l’obiettivo è il rafforzamento della gestione diretta delle scuole di infanzia e degli asili nido in termini di mantenimento e miglioramento del livello qualitativo del servizio (anche con la previsione di nuovi servizi flessibili più funzionali alle esigenze delle famiglie e il potenziamento del CDE quale punto di riferimento per la ricerca e la formazione delle figure educative). Particolare rilievo è stato dato al miglioramento del servizio del trasporto scolastico anche con riferimento alle attività sportive pomeridiane e al rafforzamento del presidio delle strutture sportive del territorio rispetto alla manutenzione degli impianti esistenti e alla loro riqualificazione sia rispetto alla fruizione degli stessi. Per l’assunzione di una figura dirigenziale di ruolo interamente dedicata si prevede uno specifico concorso nella primavera 2020.

Per quanto riguarda il settore “Biblioteca Malatestiana, Cultura e Turismo”, come già precisato nelle Linee di mandato, si è proceduto con l’introduzione della Direzione scientifica della Biblioteca Malatestiana (Antica e Moderna) per una maggior valorizzazione del patrimonio bibliotecario di Cesena e con l’individuazione del territorio dell’Unione Valle del Savio quale ambito ottimale per l’esercizio della funzione del turismo e del marketing territoriale, al fine di ottenere una maggior attrattività  dello stesso rispetto al panorama regionale e nazionale.
In merito a “Sviluppo dell’economia e del lavoro” ci si è concentrati sulla definizione di una nuova progettualità sui temi dello sviluppo economico del territorio con riferimento al supporto alle imprese, al  lavoro e alla formazione, con particolare riferimento al rilancio dell’economia e dell’imprenditoria cesenate, valorizzando le vocazioni e le eccellenze del luogo e sostenendo le imprese; all’agricoltura, quale elemento identitario dell’economia cesenate ed importante motore del sistema economico locale, con rilevanti aspetti occupazionali; al lavoro in ogni sua forma, con politiche mirate al sostegno dell’occupazione e della ricerca di un primo posto di lavoro presso le imprese del territorio; ai giovani e all’Università, comprendenti i rapporti con gli incubatori di idee (per esempio Cesenalab) e mettendo in sinergia la formazione professionale ed il mondo del lavoro. Su questo versante si procederà con l’istituzione di uno nuovo settore che unirà lo sviluppo economico, il lavoro, i giovani e l’Università che si rapporterà in modo sinergico con lo Sportello Unico delle attività produttive (SUAP) le cui funzioni sono gestite dall’Unione Valle del Savio insieme al Marketing territoriale.

Il lavoro della Giunta si è concentrato anche sulla manutenzione ordinaria e straordinaria della città in vista di una maggiore integrazione sul territorio degli interventi di lavori pubblici relativi ad edifici, infrastrutture, piazze, parchi e giardini con riferimento alle barriere architettoniche, al potenziamento della manutenzione diffusa sul territorio di strade, verde, segnaletica e al miglioramento del sistema di gestione delle segnalazioni pervenute dai cittadini. Si procederà dunque con l’unificazione dei due attuali settori  (Edilizia Pubblica ed Infrastrutture e mobilità) in un unico nuovo settore “Lavori Pubblici” al fine dell’ottenimento di una maggior integrazione ed efficacia di azione sul territorio.
Tutela dell’ambiente e del territorio. Il fine è di migliorare il processo di pianificazione della mobilità e del trasporto pubblico e il relativo impatto in termini di sostenibilità ambientale, attraverso la collaborazione tra diverse professionalità con competenze specialistiche sui due temi e la revisione dei processi di pianificazione in una logica di maggior integrazione con gli altri strumenti di programmazione (PUG e PAESC). L’intervento consisterà nel trasferimento del servizio attualmente preposto alla definizione dei piani di mobilità (servizio Mobilità) dal settore LLPP  al settore Tutela dell’ambiente e del territorio.

municipio cesena

In merito al settore “Funzioni amministrative di supporto alla struttura”, l’obiettivo di mandato è la riorganizzazione complessiva delle funzioni di staff amministrativo per il Comune di Cesena e l’Unione Valle del Savio superando l’attuale parcellizzazione e semplificando l’iter burocratico e sviluppando progetti di co-governance e di partecipazione attraverso i quartieri. A questo proposito verrà istituito un unico settore denominato “Settore Servizi amministrativi, partecipazione e Patrimonio” per la gestione accentrata ed integrata delle funzioni  di staff amministrativo e di supporto attraverso il trasferimento delle funzioni relative (segreteria generale, patrimonio, ordinanze ed ingiunzioni, assicurazioni, spedizioni, centro stampa, autoparco) dagli altri settori che attualmente le gestiscono; trasferimento a questo settore anche dell’ufficio che ora si occupa dei quartieri; unificazione degli attuali settori che si occupano di gare e appalti (Sua – Stazione Unica Appaltante e Logistica) nell’ambito della struttura organizzativa dell’Unione Valle Savio, a seguito di specifica previsione della Giunta dell’Unione.
L’approvazione della riorganizzazione è il punto di partenza per permettere ai dirigenti incaricati di rivedere i processi e le modalità di lavoro ed impattare quindi su tempi e servizi al cittadino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here