(Sesto Potere) – Cesena – 27 gennaio 2022 – In difesa di chi è senza fissa dimora, tra emergenze, diritti negati e nuovi bisogni. Restituiscono la dignità a tutti coloro che restano ai margini della società e il loro impegno è a costo zero. Presentano il bilancio dell’attività svolta nel corso del 2021 i coordinatori e i volontari della onlus Avvocato di strada, con sede a Cesena, che in piena pandemia non hanno rallentato l’impegno sul territorio e l’azione di tutela legale dei senza fissa dimora. Gli utenti infatti sono stati ricevuti ogni secondo e quarto giovedì del mese, presso la Caritas Diocesana, in Via Don Minzoni 25. 

Nel 2021 inoltre si sono svolti 40 appuntamenti e le persone che hanno avuto bisogno di una consulenza o di tutela da parte di Avvocato di Strada sono state 33, ventidue cittadini stranieri e dieci italiani. Le pratiche giudiziali seguite nel 2021 sono invece state 10, sei riguardanti problematiche di diritto penale, tre di diritto civile e una in riferimento al diritto dell’immigrazione. Avvocato di Strada Cesena ha fruttuosamente implementato la propria collaborazione con il Comune di Cesena, rapportandosi sia con i servizi sociali e l’anagrafe, nello specifico in merito alla prossima creazione di una cassetta postale nella quale sarà possibile depositare le comunicazioni e le notifiche ai senza fissa dimora.

“La presenza sul nostro territorio di questa onlus – commenta l’Assessora ai Servizi per la persona e la famiglia Carmelina Labruzzo – ci consente di offrire ai nostri senza fissa dimora un’assistenza completa. Avvocato di Strada da diciotto anni fornisce consulenza ed assistenza legale gratuita agli uomini e alle donne che non hanno una propria casa e spesso in carico ai nostri Servizi. Negli ultimi tempi la collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’Associazione è diventata ancora più stretta anche grazie al coinvolgimento in progetti come ‘Values’, che ha l’obiettivo di facilitare l’integrazione sul territorio delle persone straniere, e ‘Con.te.sto’, che si pone lo scopo di creare una rete di biblioteche all’interno del territorio cesenate. Affrontare situazioni difficili in un momento storico caratterizzato da un’emergenza continua non è affatto facile. Nonostante le incertezze del momento, l’équipe dei volontari non ha mai sospeso il servizio”. 

L’equipe dei volontari di Avvocato di Strada è molto variegata e composta non solo da avvocati, ma anche da praticanti legali e da medici, una composizione che ha offerto la possibilità di svolgere anche attività differenti dall’assistenza legale. Tra queste si cita il progetto “mascherina sospesa”, il quale consiste nella raccolta presso le varie farmacie aderenti e nella distribuzione delle mascherine e dei gel igienizzanti che i cittadini hanno comperato per i senza fissa dimora in questo difficile periodo di pandemia. Avvocato di Strada è impegnata nella progettazione di iniziative ed eventi futuri, tra cui la creazione di un ambulatorio medico “di strada”, che sarà finalizzato ad assicurare le cure anche a chi non ha un alloggio stabile, l’attività di formazione all’interno delle scuole e la partecipazione ad un progetto che si pone come obiettivo la valorizzazione personale e collettiva dei senza fissa dimora attraverso laboratori teatrali.

E  “per essersi distinta in modo particolare con una concreta rispondenza ai principi del vivere civico, per la tutela dei più deboli ed emarginati e a difesa dei diritti dei cittadini” alla sezione locale dell’Associazione Avvocato di strada Onlus è stato assegnato il premio “Cesena Città per la Pace” 2020.   Avvocato di strada è un’organizzazione di volontariato senza scopo di lucro che persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale in favore delle persone senza dimora, svantaggiate e dei migranti.