(Sesto Potere) – Cesena – 1 dicembre 2021 – Il consiglio comunale di Cesena, nell’ultima seduta, con i voti della maggioranza di centrosinistra, ha bocciato la richiesta del gruppo della Lega di introdurre la sosta gratuita in centro storico nel periodo delle festività natalizie, di fine d’anno e fino all’epifania. Così come accade in altre città della regione anche con l’obiettivo di incentivare lo shopping.

Luca Ferrini

A parere della Lega: “la sosta gratuita in centro garantirebbe il riequilibrio, seppure parziale e momentaneo, tra la rete commerciale di vicinato e i grandi centri commerciali dotati di ampie aree di parcheggio gratuito”.

La proposta della Lega lasciava la possibilità alla giunta del sindaco Lattuca di decidere le modalità tecnico-operative del provvedimento.

“Non c’è nulla da fare. Il Pd con l’alleato Cesena 2024 e la Giunta sono pregiudizialmente contrari a favorire l’accesso di visitatori in centro per il periodo natalizio. Abbiamo avanzato una proposta molto semplice, attivare un piano di sosta gratuita nei parcheggi al servizio del contro storico almeno dall’8 dicembre al 6 gennaio 2022. Una richiesta che, crediamo, trovi concordi esercenti e commercianti, oltre che le associazioni di categorie e che già è stata prevista in molte altre città. Ma a Cesena non c’è verso. Dai banchi della maggioranza sono arrivate contestazioni che nulla avevano a che vedere con la nostra proposta, giusto per negarne la valenza. Noi ci abbiamo provato, ma abbiamo trovato il muro della maggioranza”: commenta il consigliere comunale della Lega, Fabio Biguzzi, firmatario della mozione (in alto con i colleghi del gruppo).

“Pur di non approvare la mozione della Lega, l’assessore Luca Ferrini, a nome della Giunta, ha preannunciato un progetto abborracciato in fretta e furia di stalli gratuiti al sabato e alla domenica esclusivamente al parcheggio Mattarella, preannunciando che si potrà utilizzare il risparmio determinato dal ‘cash-back cesenate’ per pagare la sosta, operazione di non facile attuazione per molti utenti. Insomma, una strada tortuosa che pochi sapranno o vorranno utilizzare”: conclude il consigliere comunale della Lega.