(Sesto Potere) – Cesena – 10 gennaio 2023 – Presentato il resoconto dell’ Educativa di strada, un servizio rivolto principalmente a gruppi spontanei di adolescenti e giovani nei luoghi naturali di ritrovo, finalizzato a costruire una relazione significativa tra i componenti del gruppo e gli educatori basata sull’ascolto.

Costituita a febbraio 2022, l’Educativa di Strada di Cesena è formata da un’operatrice e un operatore di Asp Cesena-Valle Savio che operano in modo specializzato ed in stretto collegamento e raccordo con il Progetto giovani comunale.  L’operatività è dedicata a tutti i gruppi giovanili informali con un’attenzione particolare alle situazioni dove emerge un certo disagio.  A partire dal mese di marzo, l’èquipe interagisce principalmente con un gruppo di adolescenti che gravitano nelle zone ex Zuccherificio, Via Leonardo Sciascia e “Cubo”, in prossimità di “America Graffiti”.

Dopo essere stati accolti positivamente dai gruppi esistenti, gli operatori – sostenuti dall’apertura del presidio per giovani “Ciacarè” in Vicolo Stazione – hanno proposto al gruppo di creare una quotidianità anche attraverso lo svolgimento di iniziative congiunte, prima fra le altre il Calcio di strada. Nel frattempo, il lavoro di individuazione, relazione e accompagnamento ha interessato altri gruppi di giovanissimi presenti in diverse altre zone della città. Con loro è stato costruito un nuovo progetto, Street Hub, che ha l’obiettivo di valorizzare i giovani artisti emergenti del territorio, costruendo eventi insieme a gruppi informali. 

Quali sono gli obiettivi dell’Educativa di Strada? Conoscere i problemi e i bisogni della Comunità Locale partendo dalle rappresentazioni dei più giovani; prevenire i comportamenti a rischio; mediare i conflitti e integrare i gruppi marginali; aumentare il senso di appartenenza e di responsabilità verso sé stessi e verso gli altri; e potenziare l’aggregazione e l’animazione socio-culturale, con particolare riferimento nella prima annualità della zona stazione e delle aree verdi a questa connesse. 

Il lavoro dei due operatori è sostenuto, oltre che dal rapporto venutosi a creare con alcuni esercenti attivi in zona Stazione, anche da altri soggetti: Forze dell’Ordine e Polizia Locale; la Rete di mediazione; l’Informagiovani; la Regione Emilia-Romagna e l’Università degli Studi di Bologna. A questi si aggiunge la collaborazione con l’Unità di strada di riduzione del danno e gli Avvocati di strada. 

Ad oggi, grazie alla collaborazione di questi soggetti ed Enti, su un totale di 40 adolescenti e ragazzi (dai 12 ai 25 anni), sono 8 i casi individuati e presi in carico; ulteriori 3 sono seguiti dai Servizi Sociali e 1 dal Consultorio Giovani.

Al fine di stimolare la scoperta di valide offerte territoriali per il tempo libero, la formazione personale e l’inserimento lavorativo, invece; 2 ragazze sono state orientate verso il progetto “Estate Attivi” e due ragazzi impiegati in attività legate alla redazione di curriculum vitae

Il progetto Calcio di Strada è attivo da maggio 2022 ed è stato elaborato anche sulla base di esperienze internazionali simili aventi gli stessi obiettivi: promuovere il benessere nei giovani attraverso il potenziamento delle abilità relazionali, personali, sociali dei giovani; prevenire il disagio attraverso la promozione di stili di vita sani; promuovere la cittadinanza attiva attraverso il potenziamento del senso di responsabilità nei confronti del territorio; favorire una maggiore capacità di gestire i propri problemi e di rivendicare i propri diritti di cittadinanza; promuovere integrazione culturale e integrazione di genere. Attraverso lo sport, il dialogo e la relazione, inoltre si può rendere i ragazzi più consapevoli del loro modo di occupare e prendersi cura degli spazi sociali. Il primo torneo ha registrato una partecipazione di 6 squadre e di 60-80 persone e la grande presentazione alla città è avvenuta nell’ambito della Festa di lancio di “Evviva!, La Città Si Fa Scuola”.

Il sostegno economico di due sponsor ha contribuito alla stampa di 32 maglie, alcune delle quali sono state donate dai ragazzi e dalle ragazze – vedi foto qui nell’articolo – al Sindaco Enzo Lattuca, agli Assessori Carmelina Labruzzo e Luca Ferrini e al Dirigente Matteo Gaggi.   

Il progetto Street Hub invece è stato avviato a settembre scorso. L’obiettivo generale è quello di valorizzare i giovani artisti emergenti del territorio, costruendo eventi insieme a gruppi informali di ragazzi. Promuovere lo sviluppo di capacità organizzative, comunicative e relazionali; promuovere lo sviluppo di life skills, l’integrazione e la cittadinanza attiva. Sono questi gli obiettivi del percorso avviato a settembre e che conta 15 ragazzi attivi nella progettazione. 

Sono intervenuti alla presentazione del bilancio delle attività dell’Educativa di Strada nella zona della stazione – vedi foto qui nell’articolo – : l’Assessora ai Servizi per la Famiglia e la Persona Carmelina Labruzzo, il Dirigente del Settore Comunale “Lavoro, Sviluppo e Giovani” Matteo Gaggi, Cinzia Pieri di Asp Cesena-Valle Savio, il coordinatore del Progetto Giovani comunale Luca Stringara e gli operatori Luciano Balzani, Federica Fantozzi, Giada Fabiani e Debora Marino Forte.