Cesena, forum con 30 amministratori di condominio su risparmio energetico

0
160

(Sesto Potere) – Cesena – 16 ottobre 2019 – Clima, ambiente, risparmio energetico e criticità riscontrate nella gestione delle utenze. Sono questi i punti da cui sono partiti gli oltre 30 amministratori di condominio coinvolti per la prima volta dallo Sportello Energie per la Città di Cesena per affrontare il tema della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico. L’organizzazione dell’incontro è stata curata da Energie per la Città, società del Comune di Cesena, che sin dal suo nascere ha affiancato all’attività di progettazione di interventi di risparmio energetico una diffusa attività divulgativa nei luoghi di ritrovo della città.

La tavola rotonda è stata introdotta dall’Assessora all’Urbanistica e alla Rigenerazione urbana Cristina Mazzoni, che ha rimarcato il fondamentale collegamento tra il mondo dei condomini esistenti sul nostro territorio e le future strategie comunali di rigenerazione urbana. A seguire, l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale e ai Progetti Europei Francesca Lucchi ha ricordato come anche il Piano di Azione per l’energia Sostenibile e il Clima (PAESC), approvato nel 2019 dal Comune di Cesena, abbia previsto l’avvio di progetti e strategie da attuare sui condomini.

“Energie per la Città e il Comune di Cesena – commenta l’Assessora Lucchi – intendono in questo modo avviare un percorso partecipativo di lunga durata che coinvolga i condomini offrendo strumenti innovativi. È stato molto importante, tanto per gli amministratori quanto per i nostri tecnici comunali, potersi confrontare sulle nuove proposte in materia di rifiuti nelle realtà condominiali, sul risparmio energetico, sui meccanismi oggi presenti sul mercato al fine di attivare una diffusa strategia di efficientamento energetico nei condomini e sulle opportunità per accedere a contributi o incentivi fiscali”.

Inoltre, un focus particolare è stato dedicato alla diagnosi energetica, strumento oggi ampiamente utilizzato per gli edifici scolastici cesenati e nel mondo delle aziende che hanno avviato processi interni di riorganizzazione energetica interna.

“Dotarsi di una diagnosi redatta da un tecnico esperto e qualificato – prosegue l’Assessora Lucchi – potrebbe consentire in futuro a tanti condomini di abbinare a interventi di manutenzione straordinaria azioni per il risparmio energetico individuando quelle più efficaci e realizzabili al fine di ridurre i costi delle utenze condominiali”.

Altra novità dell’incontro è stata quella di avviare una riflessione condivisa sui problemi concreti che gli amministratori devono affrontare, si pensi ad esempio alla gestione degli impianti di riscaldamento domestici e ai risvolti che stanno avendo le più recenti normative sull’efficienza energetica delle caldaie. Il sasso è stato lanciato guardando al 2030, così com’è negli obiettivi del PAESC comunale, per capire quali strategie adottare per ridurre le emissioni di CO2 a livello territoriale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here