(Sesto Potere) – Cesena – 10 novembre 2022 – 10 novembre 2022 – Grande soddisfazione delle organizzazioni sindacali per la firma dell’ “accordo per il rilancio del settore turistico stagionale della riviera nel comprensorio cesenate” con Confcommercio, Confesercenti e Adac avvenuta in data 9 novembre.

La firma di questo accordo è il compimento di un percorso iniziato il 6 febbraio 2020 con la sigla del Protocollo per lo sviluppo e la legalità contrattuale del settore turistico della Riviera in provincia di Forlì Cesena. Le parti hanno condiviso che negli ultimi anni, nel settore del turismo, vi è stata una grande difficoltà nel reperire manodopera qualificata nonché un lento e difficile ricambio generazionale nelle imprese.

Da queste premesse è partito un confronto che si è concluso nella condivisione della necessità di promuovere un’evoluzione del settore, contrastando l’illegalità, la precarietà, per andare a migliorare concretamente le condizioni delle lavoratrici e i lavoratori. L’obbiettivo è quello di favorire un nuovo modello organizzativo turistico che crei le condizioni per approdare a un nuovo sistema dell’organizzazione del lavoro, attraverso l’utilizzo della formazione ad ampio spettro, in collaborazione con le Istituzioni e le Università.

Bagnolini

L’accordo siglato riporta molteplici aspetti innovativi, come l’introduzione dei diritti e delle relazioni sindacali, con la possibilità di eleggere i rappresentanti sindacale di distretto turistico, come dichiarano Gianluca Gregori, segretario generale Filcams CGIL Cesena e Fausto Sestini, funzionario con delega al Turismo: “È un passo importantissimo che finalmente riconosce alle lavoratrici e ai lavoratori del settore la possibilità di usufruire di ore di permesso per effettuare attività sindacale e per valorizzare ulteriormente i diritti dei lavoratori. Inoltre i diritti di informazione, compresi per le terziarizzazioni e gli appalti, ci daranno la possibilità di monitorare il settore sia dal punto di vista economico che occupazionale, fondamentale per poter avere un riscontro effettivo delle dinamiche in atto nel settore del turismo”.

Per Gianluca Bagnolini Segretario Generale Fisascat CISL Romagna, Federica Ferraro e Lapa Katarzyna, “l’intesa raggiunta rappresenta un passo importante verso il cambiamento del modello turistico e conferma il valore di relazioni sindacali importanti e forti in questo territorio. Aver condiviso con le parti datoriali la ricerca di un turismo di qualità, iniziando dei percorsi di coinvolgimento dei giovani con la modifica del modello di organizzazione del lavoro nelle impres e la loro certificazione sulla responsabilità sociale d’impresa rappresenta un ulteriore valore aggiunto all’accordo”.

Maurizio Milandri, segretario generale della Uiltucs UIL Cesena e la funzionaria Martina Zignani, dichiarano: “Consideriamo un ottimo risultato l’accordo siglato con le associazione datoriali di categoria, è un passo significativo verso un approccio culturale che possa determinare un vero cambiamento del settore così importante del nostro territorio”

In tal senso si pone l’appello unitario di tutte le organizzazioni, affinché si possano creare le condizioni per arrivare a una modifica legislativa dell’ammortizzatore sociale per i lavoratori stagionali del turismo, che garantisca una maggiore copertura contributiva ed economica, come ad esempio accade nel settore agroalimentare.

Le Organizzazioni sindacali considerano l’accordo siglato “un passo fondamentale” e auspicano che sia la base per “un concreto miglioramento del modello turistico e delle condizioni delle lavoratrici e dei lavoratori.”