(Sesto Potere) – Cesena – 7 febbraio 2022 – Lunedì scorso , l’ASD Fight Club Ravenna ha consegnato alla UO di Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale-Pediatrica dell’Ausl Romagna sede Cesena il materiale acquistato con generosa donazione  raccolta dagli atleti e dai familiari degli associati (dai 4 ai 90 anni). 

Si tratta di strumentazione per l’inserimento di cateteri vascolari nel paziente pediatrico-neonatale e materiale per la care (cura e benessere) neonatale, per un valore pari a circa 700 euro.Il Direttore Tecnico della ASD, Vito Durante, già atleta azzurro con ricco palmares sportivo a livello nazionale ed internazionale, ha consegnato la donazione al Dott. Stella, direttore della UO di Pediatria e TINP, in occasione della cerimonia di passaggio delle cinture dei bambini di età 6-12 anni.

Affiliata CONI e FIJLKAM (Federazione Italiana Judo, Lotta, Karate, Arti Marziali), il Fight Club è una palestra-dojo di Arti Marziali, con principale specializzazione nella disciplina del karate. Da alcuni anni, in occasione del Natale, organizza raccolte fondi in favore del territorio romagnolo con il progetto Charity Fight.

ospedale bufalini di cesena

“Questi gesti dal forte valore simbolico sono occasioni di felicità e orgoglio per la comunità di sportivi che il Fight Club rappresenta.  – ha dichiarato Il Direttore Tecnico Vito Durante – Poter aiutare gli altri è un privilegio, e rappresenta un grande insegnamento per piccoli atleti che, nella vita come nello sport, devono fare proprio il valore del supporto reciproco e della collaborazione. Ho conosciuto in prima persona questo valore nelle mie esperienze estere a fianco della NATO nei progetti Civil-Military Cooperation, che volevano agevolare la cooperazione tra componente militare e organizzazioni civili in territori operativi”.

Il Dott. Stella, accettando la donazione, ringrazia il Direttore Tecnico, gli atleti del Fight Club ed i loro familiari: “Vi ringrazio a nome dell’AUSL Romagna e di tutta l’equipe medico infermieristica dell’ Unità Operativa. Aggiungo che, anche grazie al sostegno e alla collaborazione di aziende, associazioni e cittadini generosi e sensibili come Voi, è stato possibile fronteggiare la grave emergenza sanitaria che ha colpito l’intera comunità, assicurando l’assistenza e le cure fondamentali a tutti coloro che ne hanno avuto necessità”.