(Sesto Potere) – Cesena – 18 novembre 2021 – L’ennesimo fatto di cronaca nera – questa volta la rapina in un negozio di frutta e verdura in via Madonna dello Schioppo – certifica come il problema della sicurezza sia sempre più grave a Cesena e come sia necessario risolverlo al più presto. Parte da quest’ultimo episodio l’analisi di Fratelli d’Italia, che si batte per avere politiche di sicurezza più stringenti sul territorio.

“È necessario intervenire al più presto, senza se e senza ma, per cercare di arginare una problematica che altrimenti rischia di sfuggire di mano – commenta Alice Buonguerrieri, coordinatore provinciale e commissario comunale di Fratelli d’Italia – Non si può continuare a minimizzare il problema e parlare di isola felice: in città gli episodi di delinquenza e criminalità sono in aumento e questi non si combattono, come vorrebbe il PD, con maggiore assistenzialismo, bisogna intervenire in maniera netta”.

Caputo e i ragazzi di G.N.

Anche Andrea Caputo, commissario provinciale di Gioventù Nazionale, aggiunge: “Ora servono azioni concrete e mirate per arginare l’aumento degli episodi di delinquenza ai quali da troppo stiamo assistendo, purtroppo inermi. Troppo poco è stato fatto dall’amministrazione comunale, alla quale chiediamo di uscire dal torpore, ammettere l’esistenza di un problema serio e agire per il bene dei cittadini. O il Partito Democratico non ha a cuore la sicurezza dei suoi cittadini?”.

La sicurezza è stata al centro del consiglio comunale di ieri, ma per FdI quanto emerso nel dibattito non è all’altezza della situazione.

“I gruppi di controllo sono utili ma non sufficienti. Paragonare Cesena a città in cui la criminalità è maggiore non elimina il problema. Mettiamo le Forze dell’Ordine in condizione di svolgere pienamente il loro lavoro – afferma Buonguerrieri – Ripeto bisogna ammettere il problema e intervenire, passando subito al lato pratico della vicenda. Ne va della sicurezza di tutti i cittadini. Se l’Amministrazione vuole cambiare registro e mettersi a lavorare seriamente per la sicurezza noi ci siamo e daremo tutto il nostro contributo, anche come forza extra consigliare, purché tutti, il PD in primo luogo, prendano consapevolezza del problema senza continuare minimizzarlo”.