(Sesto Potere) – Faenza – 2 febbraio 2023 – Si è conclusa la selezione della 62° edizione del Premio Faenza, Concorso Internazionale della ceramica d’arte contemporanea. La Giuria composta dalla direttrice del MIC Faenza, Claudia Casali, Judith Schwartz, presidente del Museum of Ceramic Art-NY, Ranti Tjan, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Rotterdam, Tomohiro Daicho, senior curator del MOMAK di Kyoto, Irene Biolchini, guest curator del MIC Faenza ha selezionato settanta opere tra le millecentouno candidate di settecentoventitre artisti (o gruppi), pari a cinquecentosettanta nella categoria over e centocinquantatre nella categoria under 35. Sessanta le nazioni da tutto il mondo che hanno partecipato.

Le opere selezionate saranno in gara per l’assegnazione dei Premi, la cui proclamazione ufficiale è prevista per il 30 giugno 2023 e saranno esposte nella mostra che sarà visitabile fino al fino al 29 ottobre 202 3al MIC di Faenza .

Il commento
“E’ stato un lavoro molto impegnativo – ha commentato la direttrice Casali – che ha coinvolto la Giuria in diverse fasi di confronto. Abbiamo valutato le opere in relazione alla contemporaneità della proposta, ad una visione attuale della scultura e dell’installazione ceramica attraverso 70 proposte internazionali. Sarà una mostra davvero interessante da tanti punti di vista, poetico, tecnico, artistico”.

Artisti selezionati
Over 35: Dorna Abyak (Iran), Elysia Athanatos (Cipro), Eliza Au (Canada), Kosmas Ballis (USA), Leonardo Bartolini (Italy), Sofia Beça (Portugal), Nicola Boccini-Nicola Renzi (Italy), Anne Butler (UK), Kris Campo (Belgium), Sara Cancellieri (Italy), Greg Daly (Australia), Nathalie Doyen (Belgium), Antonio Fois (UK), Magdalena Gerber (Switzerland), Kei Hoashi (Japan), Ivan Kanchev (Bulgaria), Peter Johnson (USA), Maria Joanna Juchnowska (Norway), Frank Louis (Germany), Yves Malfliet (Belgium), Massimo Manfredi Luccioli (Italy), Domenico Mangano&Marieke Van Rooy (Italy-Holland), Alexandra Marinova (Bulgaria), Garret Masterson (USA), Daniel Molyneux (USA), Muscle Memory Collective (Joshua Clark – Bree Lamb) (USA), Yuko Nemoto (Japan), Marieke Pauwels (Belgium), Maria Pol (Switzerland), Paolo Polloniato (Italy), Liza Riddle (USA), Sibylle Ritter (France), Fausto Salvi (Italy), Marco Samorè (Italy), Virginia San Fratello (USA), Anja Seiler (Switzerland), Brook Sigal (France), Nora Smahelova (Czech Republic), Kirsten Spuijbroek (Holland), Sunbim Lim (South korea), Eileen Süssholz (South Africa), Mikaso Tamago-Ljubica Knezevic (Serbia), Mariette Van der Ven (Holland), Vukicevic Velimir (Serbia), Mattia Vernocchi (Italy), Tomoyo Yoshida Arrighi (Japan), Xuejing Peng (China), Lily Wang (Taiwan), Veljko Zejak (Serbia).

Under 35: Darien Arikoski-Johnson (USA), Federico Branchetti (Italy), Uriel H. Caspi (Israel), Noa Chernichovsky (Israel), Lin Dong (China), Arndt Felicithas (Germany), Victor Fotso Nyie (Italy), HongLi Peng (China), Lei Shao (China), Lena Kaapke (Germany), Guglielmo Maggini (Italy), Thomas Marseiler (Austria), Mengtong Yu (China), Sarah Pschorn (Germany), Lisa Reiter (Austria), Davide Ronco (Denmark), Tomoko Sakai (Japan), Katrin Schneider (Austria), Laurence Sturla (Austria), Xinbin Liu (China), Wei Bao (China).

Nella foto un’immagine dell’allestimento della edizione di quattro anni fa