Centri estivi 2020: sostegno alle famiglie nei 9 comuni dell’Unione

0
240
Presidente Garbuglia e Sindaci dell' Unione

(Sesto Potere) – Savignano sul Rubicone (FC) – 23 gennaio 2020 – Sostegno alle famiglie per la frequenza dei centri estivi per l’estate 2020 nei nove comuni dell’Unione Rubicone e Mare. L’Unione ha infatti aderito al bando della Regione Emilia Romagna che finanzia i progetti per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

bimbi in spiaggia

Per la prossima estate quindi i genitori di bambini di età compresa fra i 3 e i 13 anni (nati dal 2007 al 2017) residenti nei comuni di Borghi, Cesenatico, Gambettola, Gatteo, Longiano, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Sogliano al Rubicone potranno presentare domanda di contributo a sostegno della frequenza centri estivi.

“Grazie al finanziamento della Regione diamo una risposta alle esigenze di quelle famiglie che per motivi di lavoro hanno bisogno di un servizio pensato per i bambini anche quando si interrompe l’anno scolastico – afferma il Presidente dell’Unione Luciana Garbuglia – Un progetto di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro che stiamo cercando di portare avanti sul territorio coinvolgendo mondo delle imprese, associazioni di categoria, sindacati e naturalmente il mondo dei servizi e della pubblica amministrazione”.

Il contributo che verrà erogato ad ogni singola famiglia sarà pari ad un massimo di 366,00 euro:euro settimanali a bambino, per un massimo di quattro settimane.

luciana garbuglia

L’avviso per presentare la domanda di contributo sarà pubblicato nel mese di maggio 2020 ed i genitori dovranno presentare domanda al comune di residenza (all’ufficio scuola dell’Unione Rubicone e Mare per i minori residenti nei comuni di Gatteo, San Mauro e Savignano). 

Destinatari del contributo sono i bambini e i ragazzi nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni (nati dal 2007 al 2017), con i seguenti requisiti:

– residenza in un Comune dell’unione Rubicone e Mare;

– frequenza di un centro estivo della Regione Emilia Romagna che ha aderito, tramite avviso pubblico, al “Progetto per la conciliazione vita-lavoro anno2020”

– appartenenza a famiglie con reddito ISEE in corso di validità fino a 28.000,00 euro, in cui :

  • entrambi i genitori (o uno solo, in caso di famiglie mono genitoriali) siano occupati ovvero siano lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati, comprese le famiglie nelle quali anche un solo genitore sia in cassa-integrazione, mobilità oppure disoccupato che partecipi alle misure di politica attiva del lavoro definite dal Patto di servizio;
  • un solo genitore si trovi in una delle condizioni indicate al paragrafo precedente e l’altro non è occupato in quanto impegnato in modo continuativo in compiti di cura, valutati con riferimento alla presenza di componenti il nucleo familiare con disabilità grave o non autosufficienza, come definiti ai fini ISEE.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here