(Sesto Potere) – Cavezzo (Mo) – 2 novembre 2021 – Nei giorni scorsi un post scritto sulla pagina Facebook Lisa Luppi per Cavezzo, per manifestare solidarietà nei confronti di atti vandalici ai danni del personale sanitario del punto vaccinale di Mirandola, ha ricevuto un attacco tramite un bombardamento di messaggi ripetuti in pochi minuti, da parte di un gruppo, che opera sotto la sigla no-vax dei V_V “ViVi”.

La sindaca aveva espresso solidarietà verso gli operatori sanitari di Mirandola, ai quali sono stati tagliati gli pneumatici delle gomme delle loro auto parcheggiate davanti al punto vaccinale. Un post che ha scatenato i commenti offensivi dei No Vax .

La stessa sindaca del comune Lisa Luppi ha spiegato: “Ci siamo sempre schierati al fianco di medici, infermieri e a sostegno dell’attività vaccinale, che nel tempo sarà dirimente per uscire dall’emergenza Covid. Ricevere un attacco di messaggi via internet, non può essere tollerato, ci si è rivolti immediatamente alle forze dell’ordine e stante la situazione, si è proceduto con una querela”.

In attesa di conoscere i risvolti delle indagini delle forze dell’ordine che scaturiranno dalla denuncia del primo cittadino del comune  della provincia di Modena , si registrano i primi messaggi di solidarietà.

Il Presidente Confesercenti Unione Area Nord Marco Rossi e il Direttore Confesercenti Area Nord Mauro Bega, con una nota congiunta esprimono la loro solidarietà e vicinanza al sindaco, e affermano: “Vogliamo esprimere la nostra profonda solidarietà alla sindaca Lisa Luppi – commentano Marco Rossi, Presidente Confesercenti Area Nord e Mauro Bega, Direttore Area Nord – Si tratta di offese gravi e intollerabili che vanno assolutamente condannate”.

Per la cronaca, anche il sindaco di Castelfranco Emilia (Modena), Giovanni Gargano, vittima di un analogo  bombardamento di messaggi  sulla pagina internet ha denunciato il gruppo no-vax “ViVi”.