(Sesto Potere) – Cattolica 4 novembre 2022  – Alleanza Civica è favorevole a concedere la cittadinanza onoraria a Julian Assange.

Durante la seduta del consiglio Comunale di venerdì 28 ottobre, la maggioranza (escluso il gruppo di Idee in Comune ), ha espresso un voto contrario, ed ha deciso di presentare una contromozione da votarsi nel prossimo consiglio quale supporto all’azione di Amnesty International  riguardo la causa del giornalista australiano. 

Di seguito la dichiarazione di voto espressa dal Capogruppo in consiglio di Alleanza Civica Riccardo Franca in merito alla richiesta della cittadinanza onoraria a Julian Assange (Mozione proposta dai 5 Stelle).

“Julian Assange è un giornalista Australiano che il 3 luglio di quest’anno ha compiuto 51 anni ed è da oltre 10 anni che in conseguenza alla divulgazione di notizie considerate segrete sta subendo le più drastiche privazioni delle libertà individuali – spiega Franca -.Nel 2010 è assurto ad ampia notorietà internazionale per aver rivelato tramite Wikileaks (di cui ne è stato uno dei fondatori), documenti statunitensi secretati, ricevuti dall’ex militare Chelsea Manning. Per tali rivelazioni ha ricevuto svariati encomi da privati e personalità pubbliche tra cui il Premio Sam Adams, la Medaglia d’oro per la Pace con la Giustizia dalla fondazione Sidney Peace ed il Premio per il Giornalismo Martha Gellhorn, ed è stato ripetutamente proposto per il Nobel per la Pace per la sua attività di informazione e trasparenza”.

Julian Assange

Dal 10 Dicembre del 2021 ad oggi Julian Assange è ancora detenuto esclusivamente a scopo preventivo ai fini di garantirne la sua presenza durante il processo in corso di estradizione negli Stati Uniti.
Un procedimento che potrebbe durare ancora diversi anni.

“Juliane Assange – aggiunge Riccardo Franca – è la rappresentazione della negazione dei diritti fondamentali di ogni democrazia e delle libertà individuali, come esse vengono espresse attraverso la libertà di espressione, la libertà di stampa, libertà di parola e la libertà di movimento. Julian Assange sta pagando sulla sua pelle la volontà di esprimere a pieno tali diritti. Con questa Mozione, che Alleanza Civica appoggia e condivide, riteniamo che concedere a Julian Assange la Cittadinanza Onoraria della nostra città sia un gesto significativo e tangibile di rispetto nei suoi confronti per quello che stà subendo, ma anche di riconoscenza verso quel coraggio con cui ha voluto affermare sopra ogni altra cosa il diritto supremo dell’informazione come espressione fondamentale dei suddetti principi di democrazia”.

Conclude il Capogruppo in consiglio di Alleanza Civica Franca: “Alleanza Civica ritiene che la votazione contraria della maggioranza all’assegnazione della cittadinanza onoraria a Juliane Assange rappresenti la non condivisione di quei valori e quei principi democratici a cui con quella Mozione si faceva appello e ne sottovaluti le finalità di tali principi come elementi fondamentali dell’espressione individuali di libertà quali esse sono, come già detto in precedenza: libertà di parola, libertà di pensiero, libertà di movimento e di informazione di cui Assange ne è stato preventivamente privato”.