(Sesto Potere) – Castrocaro – 28 giugno 2022 – Cresce la rassegna letteraria estiva del Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole in collaborazione con Castrumcari e con ha il contributo della Regione Emilia Romagna. Sono undici quest’anno gli autori che presenteranno le loro opere nelle piazze, nei luoghi d’arte e cultura della città a partire dal 1° luglio e fino al 17 settembre alle ore 21.
Gli incontri sono ad ingresso libero e gratuito, durante le serate gli intervenuti potranno acquistare una copia del libro presentato grazie alla collaborazione con il Mondadori Bookstore di Forlì.

GLI AUTORI

Si comincia il 1° luglio con i thriller di Stefano Tura, giornalista, ex inviato di guerra, e oggi responsabile della Sede Regionale Rai per l’Emilia Romagna. Con i suoi romanzi è stato vincitore o finalista in molteplici premi tra cui il premio Romiti e Serantini ed il prestigioso premio Scerbanenco. Dal 2018 è direttore artistico della rassegna “Cesenatico Noir”. L’editore La Corte ha riproposto la pubblicazione del suo primo romanzo “Il Killer delle ballerine” ambientato a Rimini negli anni 90 dove solo la testardaggine di un giovane giornalista riuscirà a mettere in luce una sconvolgente verità e del sequel inedito in cui, vent’anni dopo, lo spietato killer delle cubiste ritorna a macchiare di sangue le notti di Rimini.

Il 7 Luglio grazie a Thomas Casadei, Professore ordinario di Filosofia del diritto presso il Dip. di Giurisprudenza dell’Univ. di Modena e Reggio Emilia – Unimore, dove insegna anche Teoria e prassi dei diritti umani e Didattica del diritto e media education con Valentina Maestroni, Responsabile del Centro documentazione donna di Modena, andremo alla scoperta di una donna rivoluzionaria. Olympe de Gouges, a cui dobbiamo le Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina. Una narrazione, in forma di graphic novel realizzata con grande professionalità e perizia da Claudia Leonardi, di alcuni aspetti rilevanti della sua riflessione e attività culturale e politica, nonché di dieci voci che mettono a fuoco una serie di questioni-chiave, che da esse emergono: uguaglianza e differenza; libertà; giustizia; teatro; parola; suffragio; cittadinanza; lavoro; schiavitù e oppressione; rivoluzione.

Sarah Savioli, giallista con un passato da perito tecnico scientifico forense in collaborazione con il dipartimento di Fisica dell’Università di Parma e con il Ris dei Carabinieri, crea il personaggio di Anna Melissari, l’investigatrice empatica che, con il suo talento di parlare a piante e animali, ha conquistato i lettori di ogni età. La Banda dei colpevoli, la cui presentazione è prevista il 22 luglio, è il terzo libro della serie di
indagini semiserie di Anna in compagnia degli aiutanti di sempre, Banzai il gatto, le tartarughe Tarta e Rughina, il poetico e strampalato cane meticcio Bergerac, il ficus adolescente e la piantaccia ormai matura, e di nuovi, insospettabili, compagni di avventura.

Paola Calvetti, giornalista che ha lavorato alla redazione milanese del quotidiano «la Repubblica» e scritto per il «Corriere della Sera» e il settimanale «Io Donna» ed ex direttrice dell’ufficio stampa del Teatro alla Scala, del Touring Club Italiano e del Maggio Musicale Fiorentino porta sul palco il 23 luglio le storie di 10 donne di talento che hanno cambiato la nostra storia, da Elisabeth Arden a Luella Parson, da Elsa Schiapparelli a Sarah Bernardt, ed ancora Coco Chanel e Joan Fontaine. Con eleganza e ironia, ma senza nascondere un sentimento di autentica partecipazione, Paola Calvetti intreccia le biografie di queste cinque coppie di pioniere che, grazie alla caparbietà e a uno strepitoso intuito visionario, hanno trasformato la rivalità in uno stimolo al successo.

Il 28 luglio è il turno di Claudia Venuti, riminese d’adozione, direttore editoriale della sezione musica della testata The Soundcheck e responsabile dell’area letteratura dell’ufficio stampa Sound Communication. Che ci farà sorridere con le disavventure di Claudia e dei suoi bizzarri fidanzati: quello con sette vite parallele come i gatti, quello pronto a tutto per conquistarla, quello che ha bisogno di una badante piuttosto che di una fidanzata, il narcisista e il manipolatore che compongono l’ironico affresco di “Pensavo fosse amore e invece era un caso umano”

Ad agosto Gianni Monduzzi, con un passato da medico psichiatrico e uno da editore, ci racconta il suo “Diario di un’improbabile quarantena” portandoci tutti con ironia in una sorta di prepensionamento virale all’interno delle nostre case. Dall’organizzazione della giornata perfetta, alle difficoltà della convivenza forzata, ridendo delle nostre manie ed ossessioni, sdrammatizzando le paure e gettando uno sguardo sollevato e divertito su un periodo così particolare delle nostre vite.

Il 2 Settembre arrivano i Dialoghi Impossibili di Niccolò Targhetta videomaker con la passione per la scrittura. Nel 2018 decide di aprire una pagina Facebook, Non è successo niente, con il proposito di scrivere una storia al giorno per un anno intero. L’esperimento diventa un libro dallo stile corrosivo ed esilarante. Per Longanesi Targhetta immagina 27 storielle minuscole sulla Storia maiuscola, facendoci divertire e riflettere.

Sabato 3 settembre la rassegna ospita l’insegnante di Vercelli più famosa d’Italia. Valentina Petri, autrice della Pagina Facebook Portami il Diario, che è diventata un libro e le ha aperto le porte dell’editoria e del giornalismo d’opinione (Il Fatto quotidiano), ci regala una spassosa storia di ordinaria follia, che ci racconta come, tra tutti gli insegnamenti che ci dà la scuola, lo stare insieme è senza dubbio il più bello. Le parole sono armi potentissime – dichiara l’autrice durante un’intervista – così ho voluto restituire un anno di scuola normale, in cui si sta insieme a volto scoperto, ci si scambia la merenda, un anno in cui ci si innamora, si litiga, ci si bacia.

Martino Coli, nato a Genova nel 1985, è uno sceneggiatore cinematografico, che ha collaborato con Paolo Genovese, Vincenzo Salemme e Fausto Brizzi. Quattro metà è il suo primo romanzo ed è già un film prodotto da Cattleya e disponibile su Netflix, una commedia romantica che indaga e instilla il dubbio su un tema molto dibattuto: esiste davvero solo una metà della mela? Il 9 settembre le storie di Matteo, Dario, Chiara e Giulia mostreranno che la teoria secondo la quale per ognuno di noi esiste una e una sola anima gemella non soltanto è priva di senso, ma è un ideale molto meno romantico di quello che chiunque, volendo, possa diventare la nostra metà.

Il 16 settembre un gruppo di tre esuberanti wedding planner ci coinvolgerà in un romanzo che dietro la spensieratezza e l’ironia nasconde la determinazione e quel senso di meraviglia e soddisfazione del riuscire a raggiungere i propri obiettivi. Serena Obert, insieme a Stefania Poletti con cui collabora da anni, è una delle più famose wedding planner d’Italia Docente dell’accademia del Lusso di Milano il suo blog è un punto di riferimento nel mondo del wedding. Stefania Niccolini porta i questo romanzo la sua esperienza nel toccare le più profonde corde dell’emozione e si conferma una delle scrittrici italiane più brillanti del genere rosa.

Chiude la rassegna il 17 settembre la giornalista Patrizia Carrano, che lavorato per il settimanale Noi donne, poi ad Amica, Anna, Elle, Max, Panorama e Sette. Per Rai 3 e Rai 1 ha raccontato oltre venti edizioni del Festival del cinema di Venezia. È stata una voce di Radio 2, dove ha narrato le donne del ‘900 in una trasmissione intitolata Amiche mie. Ha scritto una ventina di romanzi, quasi tutti con protagoniste femminili, da Baciami Stupido a Illuminata – La storia di Elena Lucrezia Cornaro, prima laureata nel mondo. La bambina che mangiava i comunisti racconta il Partito con gli occhi innocenti ma inquisitori di una bambina capace di intuire, con le sole armi dell’infanzia, la fine di una collettiva sbornia politica che avverrà nel fatidico 1956, quando la neve imbiancherà Roma, crollerà il mito di Stalin, l’URSS invaderà l’Ungheria, ed Elisabetta compirà dieci anni.

INFO

E’ gradita la prenotazione. Per maggiori informazioni, contattare l’Ufficio Turistico di Castrocaro Terme: Tel: 0543 769631 Email: info@castrocarotermeterradelsole.travel