(Sesto Potere) – Castrocaro – 16 novembre 2022 – L’Azienda agricola Fiorentini ospiterà il 18 novembre alle 18:30 il primo incontro con l’autore della rassegna letteraria itinerante “Una storia da tre calici”, nata dalla nuova collaborazione fra la Biblioteca comunale e alcuni produttori del Sangiovese Sottozona di Castrocaro Terme e Terra del Sole.

La manifestazione è promossa nell’ambito del Patto della Lettura, e intende affiancare l’eccellente cultura vitivinicola locale alla presentazione di novità editoriali nell’intento di una reciproca valorizzazione: tutti gli appuntamenti si svolgeranno di venerdì alle ore 18:30 e saranno accompagnati da una degustazione offerta dai produttori.

Sette gli incontri previsti che coinvolgeranno le seguenti aziende del territorio: l’Azienda Fiorentini inaugurerà il 18 novembre con il libro “Manu e l’Isola degli Unici” di Stefano Mini.
Il 25 novembre l’iniziativa si trasferirà presso l’Azienda Agricola La Pennita per la presentazione di “Ziodon. Un’eredità difficile”, scritto da Lia Giberti Sarti.
Il 9 dicembre sarà la volta dell’azienda Marta Valpiani, dove approderà “Viaggerò leggero: il coraggio di chi costruì l’Italia”, di Arturo Lattuneddu.
Mentre il 16 dicembre la scrittrice Simona Palo presenterà “Il sogno di Aurora” presso l’azienda agricola Guarini-Matteucci.

Il calendario di incontri ricomincerà nel 2023: il 3 febbraio è prevista all’azienda agricola Villa Bagnolo la presentazione del saggio di Antonio Zaccaria “Le parrocchie di Bagnolo e Casale”.
Il 17 febbraio si tornerà presso l’Azienda Fiorentini per “A.D.2021. Le cronache di Ac’hshta” di Pierangelo Soldati.
Mentre il 3 marzo chiuderà la rassegna la Tenuta Pennita ospitando “Moda: il meraviglioso viaggio tra simbolo e desiderio” di Gabriella Maldini.

Il Sindaco di Castrocaro, Francesco Billi, (nella foto in alto), che presenzierà all’appuntamento inaugurale di questa rassegna letteraria itinerante, dichiara: “Ringrazio tutte le aziende vitivinicole coinvolte e tutti gli autori partecipanti. Credo che questo nuovo patto fra cultura del vino e passione per la lettura non sia solamente appropriato, ma possa arricchire l’offerta del nostro territorio in maniera significativa.”