(Sesto Potere) – Bologna – 11 gennaio 2023 – Alberto Nasci, sindaco di Castel D’Aiano, località in provincia di Bologna, è venuto a mancare, ieri, nelle prime ore del mattino.

La camera ardente sarà allestita presso la Sala Consigliare del Municipio di Castel d’Aiano (in Piazza Nanni Levera, n. 12) e aperta al pubblico, oggi, mercoledì 11 gennaio dalle ore 8,00 alle ore 18,00 e domani, giovedì 12 gennaio, dalle ore 8,00 alle ore 13,00.
Sempre, oggi, nel pomeriggio, alle ore 18 presso la chiesa parrocchiale di Castel d’Aiano sarà recitato un rosario.

Il rito funebre verrà celebrato domani, giovedì 12 gennaio, alle ore 15,00 nella Chiesa Parrocchiale di Castel d’Aiano.

Nato a Gaggio Montano, Alberto Nasci avrebbe compiuto 71 anni a febbraio. Ingegnere, era stato insegnante, responsabile dello IACP e poi per 25 anni capo dell’ufficio tecnico del Comune di Castel d’Aiano, dove era ritornato dopo la pensione in veste di sindaco.

L’amministrazione comunale e il personale tutto “si stringono attorno alla famiglia in questo momento di grandissimo dolore”.

Esprime cordoglio anche il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, che affida ad una nota i suoi sentimenti:  “Alberto Nasci è stato un sindaco profondamente legato alla sua comunità: interprete autentico di quell’idea di politica che è in prima istanza servizio alla comunità. Lo scorso ottobre ho condiviso con lui un momento di gioia: l’inaugurazione del nuovo edificio che ospita le scuole del suo Comune, un risultato di cui era giustamente fiero. Si è speso per i suoi cittadini fino all’ultimo, sentiremo la sua mancanza. A nome mio personale, della Giunta e di tutta la comunità emiliano-romagnola esprimo la massima vicinanza e solidarietà alla famiglia di Alberto Nasci e ai suoi cari, a cui vanno le più sentite condoglianze. Così come siamo vicini ai cittadini di Castel d’Aiano”.

“Con la sua competenza ha contribuito a creare e rafforzare il lavoro di squadra all’interno dell’Unione”: è quanto dichiarato dal presidente dell’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese, Maurizio Fabbri, a nome di tutti i sindaci, appena appresa la notizia della scomparsa di Alberto Nasci, sindaco di Castel d’Aiano. “L’Appennino perde un amministratore attento alla propria comunità e, di conseguenza, a quella di tutto il territorio dell’area metropolitana di Bologna. Alberto era un uomo del fare, un politico che ha sempre messo al centro del suo operato, prima come tecnico e poi come Sindaco, il bene comune. Lo ha dimostrato anche quando, a ottobre ha inaugurato il nuovo edificio scolastico, alla presenza di tanti suoi concittadini e di colleghi amministratori. Tutti noi, come Unione ed Istituzione, esprimiamo le condoglianze alla moglie Rita, al figlio Mattia e a tutta la famiglia per la scomparsa di Alberto”.