Caso Mezzacapo e variante Esselunga, Zattini: “ci prenderemo tutto il tempo necessario”

0
647
zattini

(Sesto Potere) – Forlì – 3 luglio 2020 – Sul progetto del futuro insediamento commerciale che dovrebbe condurre in porto la società Omnia per il marchio Esselunga, 2.500 metri quadrati di superficie e altri negozi da 700 metri quadrati l’uno, dopo le polemiche dei giorni scorsi, e il caso di una registrazione audio del vicesindaco Mezzacapo pubblicata da Il Fatto quotidiano, si registra un primo stop da parte del sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, che in un’ intervista al Corriere di Romagna afferma di “volersi prendere tutto il tempo necessario” per valutare la questione.

il sindaco Zattini

Il progetto del nuovo polo commerciale di via Bertini – via Balzella, inserito nell’apposita variante che avrebbe modificato di fatto il piano del commercio esistente, si ipotizzava potesse essere inserito già all’ordine del giorno del consiglio comunale del prossimo 13 luglio.

Ma con tutta probabilità, dopo le polemiche degli ultimi giorni (l’ex consigliere comunale della Lega e già candidato sindaco 5 stelle Daniele Avolio ha chiesto le dimissioni del vicesindaco Mezzacapo) e le richieste di rinvio (avanzate da Confcommercio, Confesercenti ed anche Legacoop Romagna) per riesaminare le carte in un’ottica di confronto e condivisione, questa complessa materia sarà oggetto di dibattito nella sala del Bibiena non prima di settembre.

“Stiamo ragionando sull’intero progetto con tutte le opportune valutazioni del caso, ci prenderemo tutto il tempo necessario, non c’è alcuna fretta”: ha precisato al Corriere di Romagna il sindaco di Forlì Zattini, che aggiunge: “Un progetto di tale portata va approfondito e valutato per non fare nessun errore. Come ho detto in più occasioni non mi innamoro mai di un progetto, lavoriamo in comunione di intenti nell’interesse della città”.

Mezzacapo

Lo stesso sindaco Zattini – riferito alle polemiche esplose dopo la pubblicazione della registrazione audio da parte de Il Fatto Quotidiano – ha aggiunto: “dispiace questo imbarbarimento del dibattito politico”.

Sul tema del futuro insediamento commerciale e dei ‘passaggi’ in consiglio è intervenuto anche il consigliere comunale del Pd Matteo Zattoni che ricorda: “Al Consiglio comunale del 25 maggio scorso la giunta Zattini si è rifiutata di rispondere al mio Question Time in cui chiedevo quali fossero le intenzioni future dell’Amministrazione riguardo al nuovo Iper. Eppure, qualora risulti vera la ricostruzione de Il Fatto Quotidiano, pare che già il 22 maggio le intenzioni fossero ben chiare almeno all’interno del gruppo Lega. Perché dunque non rispondere a tutti quanti i cittadini nella sede del Consiglio a ciò deputata?”.

E sempre riferito al clamore suscitato a livello nazionale dall’articolo pubblicato da Il Fatto Quotidiano, Matteo Zattoni , riepilogando alcune esternazioni e scelte amministrative del centrodestra, aggiunge: “Non è la prima volta che Forlì sale “al disonore” delle cronache nazionali. Era già accaduto a novembre per il rifiuto di erogare fondi pubblici (peraltro regionali) a progetti contro le discriminazioni di genere. O, ancora, alla vigila del 25 aprile con le irriferibili dichiarazioni contro i nostri partigiani. Non siete stanchi anche voi che il nome della nostra città venga associato a fatti del genere?”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here