Caso Lasaponara, Zappaterra (Pd Emilia-Romagna): Frasi disgustose

0
967
zappaterra

(Sesto Potere) – Forlì – 23 aprile 2020 – A seguire pubblichiamo la dichiarazione della Capogruppo Pd in Regione Emilia-Romagna Marcella Zappaterra a proposito delle frasi pubblicate su Facebook (e poi cancellate) dal consigliere comunale leghista di Forlì, Lasaponara, che auspicava “il contagio per chi celebra il 25 aprile”.

zappaterra

“Da un pezzo i limiti della decenza, quando ci si avvicina al 25 Aprile, vengono superati, ma c’è chi ogni anno riesce a dire qualcosa di ancor più disgustoso nei confronti di una ricorrenza che rappresenta un simbolo di libertà per il nostro Paese. Quest’anno il premio del commento più disgustoso va certamente a Francesco Lasaponara, Consigliere comunale della Lega di Forlì. In un post lascia intendere chiaramente che vuole mandare “anziani partigiani (…) ed esponenti Anpi” che “più anziani sono e meglio è” a celebrare il 25 aprile con la speranza che si contagino per il Coronavirus. Un rappresentante delle Istituzioni dovrebbe avvertire, ancor più di un cittadino comune, la responsabilità di esprimersi e di comportarsi con decenza e decoro, almeno per rispetto dell’Istituzione che rappresenta, ma ormai questi auspici sono passati di moda, gli imbecilli si sentono legittimati a dire ogni cosa tanto, e c’è da preoccuparsi, i loro idoli – seppur con più stile – dicono più o meno le stesse cose. Possiamo anche considerarla una goliardata, una delle tante espressioni di odio e di ignoranza a cui assistiamo ogni giorno, ma non credo che far finta di nulla, lasciar passare ogni cosa, sia educativo per nessuno. Non voglio convincere un imbecille (o un nostalgico imbecille) che la verità storica su ciò che hanno significato la Resistenza e la guerra di Liberazione è già stata scritta e che c’è una Costituzione che la incarna pienamente, voglio segnalare (alle persone intelligenti, di sinistra e di destra) che in questi momenti bisogna avere anche un minimo di rispetto per coloro che hanno combattuto e perso la vita per farci avere la libertà, quella che consente al consigliere leghista di esprimersi come ha fatto. In Provincia di Forlì morirono 488 partigiani durante la Resistenza e questi, comprese le loro famiglie, meritano rispetto e riconoscenza. Lasaponara chieda scusa e si faccia da parte. La Lega ne prenda le distanze. Purtroppo quest’anno non saremo nelle piazze delle nostre città a rendere onore alla Resistenza, alla Repubblica e alla Libertà, ma Il 25 aprile lo celebreremo sempre e comunque anche nel chiuso delle nostre case perché è la data simbolo di un Paese che è stato messo in ginocchio dal fascismo e dalla guerra e che, grazie a chi non si è dato per vinto, è stato ricostruito. Quello che oggi più che mai ci serve per superare l’emergenza sanitaria e quella sociale ed economica”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here