Caso “La Nave”, Articolo Uno Forlì: irricevibili le affermazione del sindaco

0
188

(Sesto Potere) – Forlì – 18 marzo 2021 – “Il recente caso di una scuola paritaria forlivese che per alcuni giorni ha accettato alunni in presenza in contrasto con le note del Miur ha sollevato in pochi minuti di question time parecchi interrogativi sulla cultura civica e scolastica dell’attuale maggioranza. La consigliera Morra, presidente di quella scuola, si è difesa affermando di “aver agito per garantire il diritto all’inclusione” ed affermando che alcune scuole “avevano rigettato” alunni disabili. La dott.ssa Morra è certamente consapevole della gravità dell’accusa sollevata e per la quale non ci risultano segnalazioni, ma pare invece ignorare il senso di responsabilità con cui le scuole pubbliche hanno seguito ed interpretato l’avvicendarsi delle comunicazioni durante l’intero fine settimana per garantire il diritto all’istruzione ed organizzare il servizio con efficienza ed equità, mentre lei stessa, stando a quanto affermato, è invece venuta a conoscenza della definitiva nota di chiarimento solo lunedì”: a scriverlo, in una nota, è Articolo Uno Forlì che interviene sul caso sollevato nell’ultima seduta del consiglio comunale di Forlì.

zattini ph giorgio sabatini

“Nella successiva replica il sindaco Zattini ha unicamente parlato di “bambini devastati da una burocrazia sorda e non attenta che ha messo a repentaglio la salute dei nostri bambini” senza nascondere un certo sostegno alla scelta della scuola presieduta dalla dott.ssa Morra di recepire solo parzialmente quelle indicazioni che tutte le altre scuole del territorio avevano invece applicato con attenzione. Troviamo irricevibile l’affermazione del Sindaco dato che ciò che egli sciattamente derubrica a “burocrazia” rappresenta l’insieme delle norme promulgate per difendere la salute di tutti i cittadini, obiettivo fondamentale di ogni amministrazione pubblica”: aggiunge ancora Articolo Uno Forlì.

“La risposta del Sindaco Zattini ha rafforzato le preoccupazioni che già avevamo comunicato nei giorni precedenti sull’eccessiva disinvoltura della maggioranza locale verso la complessità della gestione dell’emergenza pandemica. Mentre le amministrazioni delle città vicine dedicano il proprio impegno ad attivare misure di sostegno integrative alle famiglie che subiscono il disagio dei figli in didattica a distanza con buoni baby sitting come Ravenna, contributi per i congedi parentali come Bologna o consegna di dispositivi come Rimini, gli esponenti del centrodestra forlivese si sono finora mostrati più orientati ad osteggiare i provvedimenti di chiusura delle scuole che a promuovere ed attivare iniziative per andare incontro alle famiglie maggiormente penalizzate”: conclude il comunicato di Articolo Uno Forlì.