Caso Floyd, Morgagni (Forlì e Co.) “Dalla Lega solo offese e arroganza”

0
197

(Sesto Potere) – Forlì – 30 giugno 2020 – “Nel classico stile dell’estrema destra, la Lega, incapace di giustificare la vergognosa sceneggiata di ieri sera, chiama in causa personalmente il collega Hafi Alemani, del Pd, e me, con affermazioni insultanti e offensive, all’interno di una sorta di “comunicato”, vuoto di spiegazioni e pieno invece dei soliti toni arroganti e prepotenti”: così Federico Morgagni, capogruppo consiliare di “Forli e Co.”, replica alla versione dei fatti affidata dalla Lega ad un comunicato stampa sul caso dell’ordine del giorno del centrosinistra dedicato a George Floyd e disertato dal Carroccio e dal centrodestra al momento della discussione.

morgagni

“Sul merito della faccenda non vale la pena di spendere altre parole. È evidente che Lega e soci sono fuggiti dall’aula per non dover prendere posizione su un concetto elementare e sancito dalla nostra Costituzione, ossia la condanna del razzismo e delle discriminazioni.Il resto sono circonvoluzioni verbali e arrampicate sugli specchi che non possono risultare credibili per nessuno. Ciò che invece va fermamente respinto al mittente è il tono dell’intervento, che trasuda una violenza verbale e una avversione al confronto democratico e alle sue forme del tutto inaccettabile per uomini delle istituzioni. Siamo all’ennesimo atto di una involuzione che nelle ultime settimane, uscita pubblica dopo uscita, ha visto la maggioranza adottare un linguaggio sempre più autoritario e mostrare una insofferenza epidermica per ogni tipo di opinione dissenziente”: aggiunge Morgagni.

Non credano gli esponenti della Lega di intimidire o paralizzare le opposizioni con i loro tentativi di ridurre il confronto politico a un incontro di pugilato.Siamo stati eletti dai cittadini di Forli e intendiamo rappresentarli al meglio delle nostre forze, senza acrimonia verso nessuno ma con la massima fermezza e determinazione.Del resto è certo che sono ben pochi i forlivesi che, al di là delle rispettive scelte di voto di un anno fa, possono riconoscersi in questo modo di intendere il governo della città, sempre teso all’esaltazione dello scontro e della divisione, scarsamente rispettoso dell’opinione altrui e indifferente al dovere delle istituzioni di rappresentare tutti i cittadini”: conclude il capogruppo di “Forli e Co.”
Federico Morgagni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here