Caporalato in E-R: on line il dossier di Libera

(Sesto Potere) – Bologna – 12 febbraio 2019 – Presentato “Caporalato emiliano” , il secondo dei dossier R.I.G.A. – Report e Inchieste di Giornalismo Antimafia, a cura di Libera Bologna e Libera Informazione.

carabinieri controlli agricoli

“Caporalato emiliano” raccoglie casi, testimonianze, dati su un fenomeno che ancora troppo spesso si ritiene appartenere al Sud e a un solo settore, quello agricolo. Anche in Emilia-Romagna, invece, diversi sono i casi di caporalato, nel bolognese, nel modenese e nel reggiano, a partire dai casi così come sono  emersi in Aemilia, il maxiprocesso alla ‘ndrangheta emiliana (vedi foto in basso).

Tantissimi altri sono i casi di sfruttamento lavorativo: come ha scritto Lorenzo Frigerio, coordinatore di Libera Informazione, nel dossier, “il lavoro nero diventa la migliore espressione di un’economia che, prima ancora di essere criminale, si dimostra del tutto fragile, perché non ha in sé possibilità di sviluppo e tende ad arretrare progressivamente, innanzitutto sul piano della tutela dei lavoratori in essa impiegati”.

processo aemilia

Le tematiche del dossier “Caporalato emiliano” (scaricabile a questo Link)   sono state dibattute a a Bologna  nei giorni scorsi nel corso della  terza edizione di F.I.L.I. – Festival dell’Informazione Libera e dell’Impegno  organizzato da Libera Bologna e Libera Informazione con lo scopo di approfondire e parlare di mafie.

“Sembra strano, ancora oggi, parlare di caporalato in Emilia-Romagna, e non al Sud, e non riferendosi al settore agricolo. Eppure i settori economici colpiti da caporalato e sfruttamento lavorativo in regione sono i più vari: alloggi, ristorazione, autotrasporto, manifatturiero, servizi di comunicazione, commercio, sanità, servizi sociali, attività immobiliare, edilizia, agricoltura. Settori in cui i diritti scompaiono in fretta: il diritto al lavoro e alla giusta contrattazione, il diritto alla libera concorrenza, il diritto all’ambiente, il diritto a salute e sicurezza.”

Di   caporalato a livello nazionale e a livello locale, della nuova legge sul caporalato, degli strumenti di contrasto al fenomeno, dello sfruttamento lavorativo a Bologna, e del collegamento delle mafie e delle organizzazioni criminali con guerre e movimenti migratori s’è parlato   nel corso del Festival dell’Informazione Libera e dell’Impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *