Campus Cesena, 1519 nuove iscrizioni all’A.A 2019/2020

(Sesto Potere) – Cesena – 3 dicembre 2019 – Dopo 30 anni di Università a Cesena, quest’anno accademico, inaugurato per la prima volta non a Bologna ma a Cesena e nei Campus della Romagna il 15 novembre scorso, lascia un segno particolarmente positivo confermato dall’andamento delle iscrizioni in tutti i cicli di studio (+5,3% nelle lauree triennali, +12,2% per le lauree magistrali e magistrali a ciclo unico) e in tutti i Campus dell’Alma Mater (Cesena +11,9%, Rimini +10,5%, Ravenna +4%, Forlì +7,6%, Bologna +8%).

campus cesena

Il Campus universitario di Cesena conta oggi 1519 nuovi iscritti a fronte dei 1357 dell’anno accademico 2018/2019.

“Siamo orgogliosi – commenta soddisfatta l’Assessora all’Università e alla Ricerca Francesca Lucchi – di essere una città universitaria e ci complimentiamo col Magnifico Rettore Francesco Ubertini per il risultato conseguito sia a livello di Ateneo (che registra un +8% di immatricolazioni) che nel nostro Campus cesenate, primo fra i campus in termini di aumento delle immatricolazioni, attestandosi a un +11,9%.

Grande merito – sottolinea l’Assessora – va alla qualità della didattica e dei percorsi formativi offerti, ma fa particolarmente piacere che questo risultato sia stato conseguito a un anno

campus cesena

dall’inaugurazione del nuovo Campus, dimostrando come le azioni svolte assieme all’Alma Mater Università di Bologna, e in particolare gli investimenti edilizi svolti, abbiano avuto un ruolo positivo nell’attrattività del nostro territorio e del nostro Campus. In questo, il completamento dei lavori degli altri due lotti (studentato e Psicologia) ci auguriamo possano continuare a contribuire positivamente in questa direzione”.

“Continueremo a operare per rendere sempre più universitaria la nostra città e in questo la collaborazione degli studenti sarà fondamentale. Inoltre – conclude Lucchi – avvierò con loro un percorso di dialogo costruttivo che partirà lunedì prossimo con l’insediamento della Consulta Universitaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *