Calcio, Cappelli (Forlì FC): “Il Comune ci ha abbandonato”

0
283
cappelli del forlì calcio

(Sesto Potere) – Forlì – 25 luglio 2020 – Il 22 luglio la società sportiva di calcio Forlì FC (Football Club 1919) ha comunicato di aver correttamente presentato la domanda di iscrizione al Campionato Nazionale di Serie D per la stagione 2020/2021. A stretto giro, nella giornata di ieri, presso lo Stadio Tullo Morgani di Forlì è stato presentato alla stampa Nicola Radici, nuovo membro della società biancorossa.

radici e cappelli

Il Presidente del Forlì FC Gianfranco Cappelli si è detto molto soddisfatto di questa collaborazione: ” Ringrazio Stefano Fabbri per aver partecipato in prima persona all’avvicinamento di Nicola al nostro club che sfocerà sicuramente in un ingresso in CDA per cercare di raggiungere insieme gli obiettivi che ci siamo prefissati.

Di seguito è intervenuto Nicola Radici: ” A Forlì ci sono tutti i presupposti per fare bene, questa è una terra a cui sono molto legato, fin da piccolo venivo in vacanza in Romagna insieme alla mia famiglia, grazie a Stefano Fabbri mi sono riavvicinato al calcio italiano e a questa città. Ho bisogno di un periodo di ambientamento per capire e conoscere meglio la piazza ma ho avuto il piacere di notare che a Forlì lavorano molto bene, nel calcio però serve fortuna e un progetto a lungo termine, la fatica più grossa sarà uscire dalla serie D. Cercherò di essere presente almeno una volta al mese e di aiutare l’ambiente a fare il salto di qualità.”

cappelli del forlì calcio

Al termine della conferenza stampa il presidente del Forlì FC Gianfranco Cappelli ha ripreso la parola per uno sfogo rivolto alla “latitante” amministrazione comunale guidata dal centrodestra: “Sono amareggiato nel constatare come questa amministrazione abbia abbandonato il Forlì calcio, non ritengo l’assessore allo sport all’altezza della carica che riveste, noi siamo attaccati a questa città, ai nostri tifosi e portiamo avanti il nostro progetto in prima linea, mettendoci spesso le mani nel portafoglio e chiediamo rispetto per i sacrifici che facciamo a sostegno di un movimento che accoglie 550 abbonati e 450 bambini all’anno”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here