Caffè al banco per 3,1 milioni di italiani

0
854
caffè al bar

(Sesto Potere) – Bologna – 31 maggio 2021 – Oggi sono tornati il caffè al banco e le tavolate al coperto per 3,1 milioni di italiani che abitano nelle “zone bianche” di Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise dove sparisce anche il coprifuoco e sono anticipate le riaperture delle attività previste tra il 1° giugno e il 1° luglio.

E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti sugli effetti del passaggio in zona bianca delle prime tre regioni alle quali potrebbero  seguire dal prossimo 7 giugno Abruzzo, Liguria, Veneto e Umbria e poi il 14 giugno Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Trento.

Se la possibilità per residenti e turisti di godersi le consumazioni al bancone e di pranzare e cenare all’interno dei locali si estenderà all’intera Penisola dal primo giugno, nei 22milabar, ristoranti, pizzerie e agriturismi presenti in Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise colorate di bianco – sottolinea la Coldiretti – si potrà anche superare il limite di 4 posti per tavolo e quello del coprifuoco ma aperture sono previste anche per matrimoni, fiere, parchi tematici, convegni e congressi, piscine al chiuso, centri termali, sale giochi, bingo e casino, centri ricreativi e sociali, corsi di formazione pubblici e privati, competizioni sportive al chiuso.

Si tratta di un obiettivo che entro metà giugno verrà raggiunto da quasi 7 italiani su 10 (69%) per un totale di 40,9 milioni di persone si troveranno in zona bianca con il livello minimo di restrizioni.

Un via libera atteso per la popolazione residente ma – precisa la Coldiretti – anche per sostenere il turismo nazionale e straniero con l’arrivo del green pass particolarmente rilevante nelle regioni interessate al cambio di colore.